SUSY LAUDE E DINO ABBRESCIA / Coppia nella vita e di ballo pronti a stupire! (Dance Dance Dance)

- Francesca Pasquale

Gli attori Susy Laude e Dino Abbrescia, compagni anche nella vita, formano una delle coppie in gara a Dance Dance Dance. Nella vita lui fa da mamma e lei da papa, i lavori più difficili.

Dance_Dance_Dance_logo_Facebook_2017
Dance Dance Dance

Fox Life propone questa sera il format Dance Dance Dance dedicato al momento del ballo. Un programma che vede in lizza tanti interessanti coppie tra cui quella composta dagli attori Susy Laude e Dino Abbrescia. Lei protagonista di Beata ignoranza, Distretto di polizia e Tutti pazzi per amore mentre lui interprete di Il peggior Natale della mia vita, Cado dalle nubi e Distretto di polizia, Susy e Dino sono coppia anche nella vita quotidiana che attualmente li vede attenti genitori di Nico, un bellissimo bambino di 7 anni. In una delle poche interviste cui Susy Laude ha parlato della propria vita privata ha rimarcato come nell’occuparsi di lui praticamente si sono scambiati i ruoli: “Diciamo che io faccio il papà, Dino la mamma. Lui è quello che cucina, io il poliziotto cattivo. A volte mi spiace far la severa ma qualcuno deve pur farlo”.

L’IMPORTANZA DEGLI INSEGNANTI

Nella stessa intervista rilasciata al portale Vanity Fair, Susy Laude ha anche sottolineato come fare i genitori sia di gran lunga il lavoro più complicato aggiungendo come in questo compito si possa essere aiutati dagli insegnanti ricordando come nel proprio caso ne abbia avuti di eccezionali. Nello specifico questo è quanto dichiarato in merito dall’attrice che ha ricordato come sia cambiata la propria vita con l’arrivo del figlio: “Essere genitori è il lavoro più complicato. E se sfugge qualcosa non bisogna colpevolizzarsi, siamo esseri umani. Spesso li si incolpa di lavorare troppo, ma non sta solo a loro controllare. Io per esempio ho avuto degli insegnanti fantastici. I ragazzi sono molto intelligenti e mi auguro che anche mio figlio possa trovare dei bravi maestri.. Mamma vuol dire responsabilità. Sai che non potrai bastare più a te stessa, da te dipende un’altra persona. Prima, sia io che il padre eravamo molto incentrati su di noi. Poi arriva un nano che cambia tutto”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori