Pamela Anderson vs Matteo Salvini: “Fascismo in Italia”/ La replica del Ministro: “la preferivo in costume”

Pamela Anderson attacca Matteo Salvini: “Fascismo in Italia”. Ministro dell’Interno ‘dispiaciuto’: “Anche lei non sarà a Roma”

06.12.2018, agg. il 07.12.2018 alle 09:32 - Carmine Massimo Balsamo
Pamela Anderson (Facebook)

Matteo Salvini finisce nel mirino di Pamela Anderson. L’attrice americana che, per anni, è stata una delle bagnine della serie tv Baywatch, tolto il famoso costume rosso con cui, negli anni ’90, ha fatto sognare migliaia di uomini in tutto il mondo, ha commentato la situazione politica italiana dicendosi preoccupata per un eventuale ritorno del Fascismo a causa dei consensi che la Lega sta ottenendo in tutto il Paese. Di fronte alle parole della Anderson, il Ministro dell’Interno non poteva restare in silenzio e, tramite Twitter, alla vigilia della manifestazione che la Lega terrà sabato 8 dicembre a Roma, ha replicato: “La preferivo in costume da bagno…”. La politica italiana, dunque, continua ad essere argomento di discussione anche oltreoceano come dimostrano i vari commenti nel mondo sulle decisioni del Governo (aggiornamento di Stella Dibenedetto).

PAMELA ANDERSON CONTRO MATTEO SALVINI

Pamela Anderson vs Matteo Salvini. La ex bagnina di Baywatch ha commentato l’attuale situazione politica italiana sui social con un tweet che ha generato una grandissima polemica. Le parole della sexy attrice americana non sono passata inosservate, anzi sui social c’è chi l’ha proposta come nuova “bandiera” della sinistra italiana. Per l’indimenticabile bagnina di “Baywatch” la situazioni politica italiana ed europea è abbastanza critica e le presenza di Macron o Salvini non sono le soluzioni. Questo più o meno il riassunto del tweet polemico pubblicato dalla star di Hollywood che segue altre dichiarazioni di star nostrane contro il Ministro dell’Interno. Nelle ultime settimane Gennaro Gattuso, allenatore del Milano, e il rapper Salmo hanno parlato di Matteo Salvini: “Se votate Salvini bruciate i miei cd e strappate le mie magliette” dice Salmo, mentre l’allenatore del Milan Gattuso precisa: “Salvini? Pensi alla politica e non ai cambi del Milan”. Al di là del pensiero politico, le parole di Salmo e Gattuso rappresentano l’ennesima prova di come la figura di Matteo Salvini divida nonostante la figura politica di rilievo ricoperta nel Governo italiano. (aggiornamento di Emanuele Ambrosio)

MATTEO SALVINI RISPONDE A PAMELA ANDERSON

«Ahimè, con dolore, da affezionato spettatore e fan di “Baywatch”, lei questo sabato a Roma non ci sarà», questa la replica di Matteo Salvini a Pamela Anderson, con il ministro dell’Interno che ironizza sulle dichiarazioni dell’attrice e cita la campagna social della Lega in vista della manifestazione in programma a Roma l’8 dicembre 2018. Il Carroccio infatti ha schierato i ‘nemici’ per promuovere l’evento capitolino: «Lui/lei non ci sarà» e una carrellata dei volti più ostili al segretario federale. La Anderson si aggiunge dunque all’elenco che va da Roberto Saviano a Laura Boldrini, fino ad Asia Argento e Gemitaiz, passando per Salmo e Renzi e Fabio Fazio. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

LA BAGNINA DI BAYWATCH CONTRO IL LEADER DELLA LEGA

Nuovo ‘avversario’ per Matteo Salvini: dopo Roberto Saviano e Oliviero Toscani, giusto per citarne due, il ministro dell’Interno è finito nel mirino di Pamela Anderson. La nota attrice statunitense, nota per aver interpretato la bagnina nella serie televisiva di successo Baywatch, ha affidato i suoi pensieri a Twitter: «Salvini ha detto che “Macron è un problema per i francesi”, pensando che ciò che sta accadendo in Francia è qualcosa che riguarda solo i francesi. Ma non è così». E sottolinea: «La soluzione non è più Macron o più Salvini, che hanno bisogno l’uno dell’altro e si rafforzano a vicenda. La soluzione non può che essere un risveglio pan-europeo che attraversi i confini e le nazionalità, in grado di affrontare la profonda crisi economica, sociale ed ecologica dell’Europa oggi».

“CON SALVINI NUOVO FASCISMO IN ITALIA”

E la Anderson parla anche di un ritorno del fascismo in Italia a proposito delle norme anti-immigrazione, probabilmente in riferimento al decreto sicurezza: «L’Italia è un paese meraviglioso, che amo molto, ma sono molto preoccupata dal clima attuale, che mi ricorda quello degli anni ’30. Le misure anti-immigrazione appena approvate scivolano verso una nuova forma di fascismo in Italia». E le esternazioni dell’attrice non sono passate inosservate: il web che si divide tra chi è d’accordo, «Pamela Anderson una di noi!!!», e chi no, «Non mi fido di Pamela Anderson, per me è la solita Americana ergo contro la vera sinistra. Per questo parla di una Europa federale». Non manca, ovviamente, la classica ironia dei social: «Pamela Anderson e Ringhio Gattuso a capo del nuovo PD e si “va a comandare”! », «I due di picche che sta prendendo Salvini, manco un 12enne ai suoi primi approcci. (#GioEvan)», «Che Pamela Anderson sarebbe diventata leader della sinistra lo sospettavo già dai tempi del costume rosso in Baywatch».