TENUTA DI BLASIG/ Esempio di eleganza e nobiltà in Friuli Venezia Giulia (4 Ristoranti)

- Francesca Pasquale

Alessandro Borghese nella sesta puntata di 4 Ristoranti fa tappa in Friuli Venezia Giulia. Composta da una cantina sotterranea, la Tenuta di Blasig si presenta semplice ed elegante.

alessandro_borghese_4_ristoranti_web
Alessandro Borghese 4 Ristoranti

Al centro della nuova puntata di Alessandro Borghese 4 Ristoranti vi è il Friuli Venezia Giulia. Allo chef il compito di trovare il miglior locale con cantina della zona. La Tenuta di Blasig è tra i quattro contendenti di questa puntata. Estesa su 18 ettari di vitigni in cinque aree diverse, la Tenuta di Blasig fu fondata nel 1788 da Domenico Blasig. Nata per produrre una buona Malvasia e per portare il vino da Venezia a Vienna fu poi trasformata dallo stesso Domenico e da suo figlio in una splendida villa con cantina. Attualmente la Tenuta di Blasig si può considerare una delle più antiche aziende vitivinicole del Friuli, infatti produce vino da ben otto generazioni lungo le rive della valle dell’Isonzo. Dal 1989 la Tenuta di Blasig con annessa produzione di vino è passata nelle mani di Elisabetta Bortolotto Sarcinelli. Elisabetta che ha studiato negli Stati Uniti e ha avuto diverse esperienze lavorative all’estero in particolare in Germania e in Austria si occupa della Tenuta a 360 gradi. La Tenuta di Blasig grazie alla professionalità e all’esperienza di Elisabetta che ama il buon vino ma anche l’arte e di tutto il suo team, è diventata ben presto un bellissimo esempio di eleganza e nobiltà.

TENUTA DI BLASIG, VOCAZIONE PER LA TIPICITÀ E QUALITÀ DEI VITIGNI

Situata in un piccolo paesino friulano, in una parte de Il Collio che prima era austriaco, la Tenuta di Blasig è composta da una cantina sotterranea nella quale è possibile anche cenare, poi vi è il ristorante che possiede una parte esterna ed una interna oltre al wine bar. Il locale nel suo complesso si presenta semplice ma allo stesso tempo molto elegante con la cantina realizzata con botti antiche e tavoli di legno. Elisabetta, che di fatto rappresenta la settima generazione della famiglia in azienda, ha un’innata passione per l’arte e questo ha fatto sì che spesso la Tenuta venga utilizzata per mettere in mostra dei quadri. La cucina della Tenuta di Blasig nasce con l’idea di dare maggiore risalto e visibilità ai propri vini e cosi nel menù proposto si alternano piatti della tradizione come ad esempio il frico a piatti più ricercati, elaborati ed innovativi tipo la quaglia ripiena. Il punto forte della Tenuta di Blasig è la vocazione, che è passata di generazione in generazione per oltre due secoli, di preservare la tipicità dei vitigni autoctoni, curarne i vigneti con dedizione puntando sempre e comunque alla qualità.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori