BILL COSBY, É MORTA LA FIGLIA ENSA/ Tanto dolore nella vita dell’attore

- Elisa Porcelluzzi

Ensa Cosby, figlia dell’attore Bill Cosby, è morta a 44 anni. Era malata di reni. Ha sempre difeso il padre sotto accusa per numerose accuse di molestie sessuali.

bill_cosby_facebook
Bill Cosby (Facebook)

Bill Cosby, per anni, ha interpretato il simpatico dottor Robinson della serie omonima regalando a milioni di fans sorrisi e divertimento. La vita dell’attore, in realtà, è stata ricca di dolore e di ombre. Dopo la morte del primo figlio Ennis, ucciso durante una rapina, Bill Cosby ha dovuto dire addio anche alla figlia Ensa che, nell’ultimo periodo, era stata quella che gli era stata più vicina difendendolo dalle accuse di molestie. Proprio il processo che lo vede imputato e che comincerà esattamente tra un mese è una delle pagine più tristi e dolorose della vita dell’attore che si è sempre dichiarato innocente. Anche molti colleghi della famosa serie tv lo hanno difeso come le attrici che interpretavano sua moglie e sua figlia Rudy. Nonostante il successo, dunque, la vita di Cosby non è stata totalmente felice. La morte della figlia Ensa è solo l’ultimo tassello della sua sofferenza (aggiornamento di Stella Dibenedetto).

Mistero sul funerale di Ensa Cosby

La notizia della morte di Ensa Cosby, figlia di Bill Cosby, ha rapidamente fatto il giro del mondo. La donna è arrivata ad un mese dal processo contro l’attore che, con un post su Instagram, ha voluto ringraziare tutti coloro che gli stanno dimostrando affetto e sostegno. La morte della donna sarebbe avvenuta venerdì scorso, ma la notizia è stata diffusa solo ieri dai media americani. Sul funerale di Ensa Cosby, tuttavia, vige il massimo riserbo. Come fa sapere la CNN, infatti, la data del funerale non è stata annunciata. Le esequie, tuttavia, potrebbero essere già stata celebrate per evitare la presenza di fotografi e giornalisti. Bill Cosby, infatti, è sotto la lente d’ingrandimento per il processo che lo vede imputato. La famiglia Cosby avrebbe potuto così optare per una cerimonia segreta. Dal mondo, comunque, sono tanti i messaggi che l’attore sta ricevendo per la perdita della figlia (aggiornamento di Stella Dibenedetto).

Ensa Cosby, tra un mese inizia il processo a carico del padre

Ensa Cosby, scomparsa a 44 anni per una malattia ai reni, ha sempre difeso – insieme alla sorella Erinn – il padre dalle accuse di molestie. Dal 2014, infatti, Bill Cosby è stato accusato da alcune donne di violenze sessuali, ma in sede penale è arrivato solo il caso di Andrea Constand, ex direttrice della squadra di basket della Temple University di Filadelfia, che lo ha accusato di averla drogata e poi stuprata nel 2004 nella casa dell’attore a Filadelfia. Lo scorso giugno, però, il processo è stato annullato per incapacità della giuria di giungere a un verdetto e ricomincerà con una nuova giuria il prossimo due parole. A maggio 2017 Ensa ed Erin avevano rilasciato un comunicato al “Breakfast Club”: “Credo fermamente che mio padre sia innocente e non abbia commesso i crimini di cui è accusato“, aveva scritto. Lunedì è fissata l’udienza preliminare di uno dei processi di Cosby ma, dopo la morte della figlia, l’attore potrebbe chiedere di posticiparla. 

Ensa Cosby lontano dai riflettori

Ensa Cosby,la figlia di Bill Cosby, è morta per una malattia renale. Secondo quanto riportato da TMZ, la donna per min lista per un trapianto di rene. Negli ultimi anni Ensa aveva difese il padre dalle numerose accuse di molestie: “Sono una persona riservata e ho deciso di vice la mia vita tranquillamente con la mia famiglia. Ma per mia figlia, i miei nipoti e mio padre, non posso stare più tranquilla. Le accuse contro mio padre sono di parte”, disse in un comunicato del 2017. Ensa lascia anche tre sorelle, nate dal matrimonio del padre con la madre Camille: Erika, Erin ed Evin Cosby. Loro fratello Ennis, è tragicamente morto a 27 anni, nel 1997. Dopo questa tragedia Bill Cosby si era allontanato dal mondo dello spettacolo. Ensa Cosby era una istruttrice di Yoga, aveva uno studio vicino alla proprietà di famiglia in Massachusetts, riporta il The Daily Mail. La figlia di Cosby era sposato con Martin McLean.

È morta la figlia di Bill Cosby

Ensa Cosby, figlia dell’attore Bill Cosby, è morta venerdì scorso a 44 anni in Massachusetts, dove la famiglia ha una grande proprietà. Lunedì pomeriggio un portavoce del padre, Andrew Wyatt, ha annunciato che la sua morte è stata causata da una malattia renale, di cui Ensa ha sofferto per tutta la sua vita. “La famiglia Cosby ringrazia per le preghiere per la loro amata e bellissima Ensa”, è il comunicato letto dalla CNN. Ensa è una dei cinque figli di Bill Cosby e della moglie Camille. Il loro unico figlio maschio, Ennis, è stato ucciso durante un tentativo di rapina nel 1997 quando aveva 27 anni. A differenza del padre, Ensa ha vissuto lontano dai riflettori. Ensa Cosby in uno degli esplodi della sitcom “The Cosby Show”, in Italia noto come “I Robinson”, che è andato in onda dal 1984 al 1992. L’attore James Woods ha scritto su Twitter un messaggio in ricordo di Ensa: “Niente è più straziante di perdere un figlio, indipendentemente dalle circostanze della propria vita”.

La difesa del padre

La morte di Ensa Cosby arriva un mese prima che suo padre venga processato per accuse di stupro in Pennsylvania: l’attore dei Robinson si è dichiarato non colpevole dalle accuse e rimane libero su cauzione in vista del processo programmato per il 2 aprile. Ensa Cosby ha sempre difeso il padre dalle accuse di molestie e violenze: “Credo che il razzismo ha giocato un ruolo importante nello scandalo. Mio padre viene punito da una società che crede ancora che gli uomini neri violentino le donne bianche, ma dice ‘i ragazzi saranno ragazzi’ quando sono accusati uomini bianchi”, ha scritto Ensa, insieme alla sorella Erinn, il maggio scorso. “Mio padre è stato pubblicamente linciato dai media – ha aggiunto – La mia famiglia, la mia giovane figlia, i miei giovani nipoti hanno dovuto sopportare impotenti e guardare i doppi standard di chi diceva di proteggere diritti di alcuni ignorando i diritti degli altri ed esponendo bambini innocenti ad accuse così terrificanti su qualcuno che loro amano teneramente e che è stato così amorevole e gentile con loro. È crudele”. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori