STORIE MALEDETTE/ Anticipazioni 18 marzo: la seconda parte dell’intervista a Sabrina Misseri e Cosima Serrano

- Stella Dibenedetto

Storie maledette torna in onda oggi, domenica 18 marzo, in prima serata su Raitre: Franca Leosini presenta la seconda parte dell’intervista a Cosima Serrano e Sabrina Misseri.

storie_maledette_leosini_sabrina_twitter
Franca Leosini, Storie Maledette

Storie Maledette di Franca Leosini torna in onda oggi, domenica 18 marzo, alle 21.20 su Raitre con la seconda parte dell’intervista a Sabrina Misseri e Cosima Serrano che, dal carcere di Taranto, hanno avuto la possibilità di raccontare la loro verità. Nella prima parte, Franca Leosini, con Sabrina Misseri ha ricostruito i mesi precedenti all’omicidio di Sarah Scazzi. Sabrina ha raccontato le serate trascorse con la cugina, i motivi per i quali la ragazzina usciva con lei e i suoi amici che erano molto più grandi ponendo l’attenzione sul rapporto con Ivano Russo. Cosima Serrano, invece, ha raccontato del desiderio della nipote Sarah di essere adottata da lei. Una richiesta che avrebbe spiazzato Cosima Serrano che, nell’intervista concessa a Franca Leosini ha dimostrato una grande apertura mentale. Nella nuova puntata di Storie maledette, Sabrina e Cosima, condannate in via definitiva all’ergastolo per l’omicidio di Sarah che ha diviso l’opinione pubblica e fatto discutere negli ultimi anni, racconteranno a Franca Leosini le fasi successive alla scomparsa di Sarah e al ritrovamento del corpo.

CONCETTA SERRANO, MAMMA DI SARAH, CONTRO STORIE MALEDETTE

L’intervista realizzata da Franca Leosini a Sabrina Misseri e Cosima Serrano per Storie Maledette ha provocato la reazione di Concetta Serrano, la mamma di Sarah. In un’intervista rilasciata ai microfoni del settimanale Giallo, la mamma della ragazzina uccisa ad Avetrana, ha dichiarato: “Sono state le mie amiche a dirmi dell’intervista. Al di là di questo, sono esterrefatta. Lo trovo ingiusto nei confronti degli altri ergastolani. Trovo ingiusto il fatto che loro abbiano un trattamento particolare, in quanto possono dire quello che vogliono, mentre gli altri ergastolani non hanno voce in capitolo”. La mamma di Sarah, poi, alla domanda sul perché Storie Maledette abbia intervistato solo Cosima e Sabrina senza dare la parola alla famiglia di Sarah, ha detto: “Evidentemente quello che hanno da dire Cosima e Sabrina, dal punto di vista di chi dirige la trasmissione, è più importante del pensiero dei familiari della vittima. Per quanto riguarda il rispetto, quello ormai non esiste più…”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori