Mara Maionchi/ A X Factor 12: “Io ci sarò. Maria De Filippi giudice? Mi sembra impossibile…”

- Elisa Porcelluzzi

Dopo il trionfo con Lorenzo Licitra a X Factor 11, Mara Maionchi conferma che tornerà per la prossima edizone e commenta le voci su Maria De Filippi come giudice nel talent.

mara_maionchi_the_winner_is_cs_2017
Mara Maionchi, Che tempo che fa

Dopo aver partecipato come giudice alle prime quattro edizioni di X Factor, Mara Maionchi è tornata per l’undicesima stagione del talent e ha trionfato con il “suo” Lorenzo Licitra. Reduce del grande successo, la discografica ha confermato la sua partecipazione a X Factor 12 a fianco di Fedez: “Io ci sarò, così mi dicono”. Qualche settimana fa, il direttore generale di Fremantle Italia, Gabriele Immirzi, ha dichiarato di avere il desiderio di vedere Maria De Filippi al tavolo dei giudici: “Mi sembra quasi impossibile, ma nella vita ho visto di tutto, quindi è possibile anche questo. Mi sembra difficile che possa mantenere entrambe le posizioni, considerando Amici, che è un programma abbastanza simile. Ma io non vedo un problema dall’alto, mi sembra impossibile, anche se in effetti i due programmi vanno in onda in periodo differenti. Non ho sentito nulla, se non qualche voce esterne. Faccio fatica a capacitarmi, poi chissà…”, ha commentato la Maionchi ai microfoni di ECG, il programma condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio su Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università degli Studi Niccolò Cusano.

Da Sanremo al Trap

Nel corso dell’intervista radiofonica Mara Maionchi ha dato un giudizio sulla musica italiana: “È fortemente cambiata, nel modo di farla, esporla e ascoltarla. Sto imparando anche io delle cose. Imparo perché il mondo della musica è talmente cambiato che faccio fatica a capire e giustamente poi i ragazzi che fanno da soli, proponendosi su internet, non frequentano i talent”. La discografica ha poi commentato il recente successo dei cantanti che fanno trap: “Ho iniziato a sentire la Trap, sicuramente Internet ha modificato tanto, tutto. Il successo di Sfera Ebbasta? È giusto ascoltarlo, c’è una logica nelle sue canzoni. L’ho ascoltato e riascoltato, dice che tutti noi possiamo diventare una rockstar”. Sul Festival di Sanremo ha detto: “Da Sanremo sono usciti due dischi che vanno bene, lo Stato Sociale e Ultimo, che già lavorava per conto suo… Sanremo è tanto che non è nel tempo. Quando si spengono le luci è abbastanza modesto”. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori