FABRIZIO DE ANDRÈ/ Dori Ghezzi: “Cercava di sottolineare più i suoi difetti che i suoi pregi” (Domenica In)

- Stella Dibenedetto

Fabrizio De Andrè, il racconto di una straordinaria storia d’amore con Dori Ghezzi: luci e ombre di un grande amore che ha diviso pubblico e critica (Domenica In).

fabrizio de andrè
Fabrizio De Andrè e Paolo Villaggio

La storia d’amore di Fabrizio De André e Dori Ghezzi è stata protagonista nel salotto di Domenica In, dove la cantante, che da poco ha racchiuso nel libro edito da Einaudi “Lui, io e noi” tutti i suoi ricordi con l’amato cantautore, ha ripercorso i momenti più importanti del loro rapporto. In particolare, Cristina Parodi si è soffermata su una frase che spesso il cantautore era solito dire ai suoi cari, un “io non sono un grande compagno di viaggio” che oggi, alla luce delle sue straordinarie canzoni che accompagnano da mote generazioni la storia degli italiani, appare davvero insolita. Dori Ghezzi, però, ha confermato che fu proprio Fabrizio De Andre a pronunciare quelle parole, e tutto ciò in virtù del suo voler essere sempre modesto: “Lui, fra le virtù che aveva, non era presuntuoso. L’ha senz’altro detto perché lui cercava di sottolineare più i suoi difetti che i suoi pregi”, ha ricordato infatti la cantante. (Agg. di Fabiola Iuliano)

“HO AMATO E SONO STATA AMATA”

Quella tra Fabrizio De Andrè e Dori Ghezzi è stata una grande storia d’amore che dura ancora oggi nonostante dalla morte del cantautore ligure siano passati ormai 19 anni. Fabrizio De Andrè, nome storico per la musica italiana, capace di influenzare anche le generazioni future, ha riempito anche le prime pagine dei giornali per la sua straordinaria storia d’amore con Dori Ghezzi. I due si conobbero nel 1975. De Andrè, all’epoca, si era appena separato dalla sua prima moglie Enrica, madre del suo primogenito Cristiano. Fabrizio De Andrè arriva nella vita di Dori dopo alcune storie finite male. I due artisti sono sempre stati molto complici nonostante la loro storia d’amore non fosse vista di buon occhio dall’opinione pubblica dell’epoca. La coppia vive insieme anche uno dei momenti più bui della relazione. Nel 1979 furono rapiti dall’Anonima Sequestri e tenuti in ostaggio per quattro mesi. La coppia fu liberata dopo il pagamento di un riscatto di 550 milioni di euro pagati dal padre dell’artista. In seguito a quell’esperienza, la coppia si unì ancora di più convolando a nozze 1989. L’unione tra De Andrè e la Ghezzo è stata coronata dalla nascita di una figlia nel 1977 Luisa Vittoria detta Luvì. Dopo la morte di De Andrè, Dori Ghezzi si è sempre occupata della Fondazione De Andrè e per ricordare il suo amore con il cantautore, ha anche prodotto il film per la tv Fabrizio De Andrè – Principe Libero.

FABRIZIO DE ANDRE’: LE PAROLE D’AMORE DI DORI GHEZZI

Un grandissimo amore che tutte le donne sognano: può essere riassunto così quello vissuto da Fabrizio De Andrè e Dori Ghezzi. Quest’ultima che, nella puntata odierna di Domenica In si racconta svelando i dettagli più intimi della sua storia con il cantautore ligure, in una delle ultime interviste rilasciate al Corriere della Sera, ha dichiarato quanto sia stata fortunata ad essere stata amata profondamente da Fabrizio De Andrè. “Se sono stata amata? Tantissimo. Sono stata fortunata. – ha ammesso – Ho amato e sono stata amata, per me era una necessità. Forse lo è di tutti, ma non tutti riescono a realizzarla. Mi ricordo il suono della sua voce che già dal mattino, svegliandosi, mi chiamava Bo mentre io lo chiamavo Bi, da Bicio. Era il soprannome che gli davano i genitori. E poi… ricordi, tanti”. Artista di spessore, padre e marito innamorato: nella sua vita, Fabrizio De Andrè è stato tutto questo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori