THE FINAL CUT/ Su Iris il film con Robin Williams (oggi, 8 settembre 2018)

- Cinzia Costa

The Final Cut, il film in onda su Iris oggi, sabato 8 settembre 2018. Nel cast: Robin Williams, Mira Sorvino, James Caveziel, alla regia Omar Naim. La trama del film nel dettaglio.

the_final_cut_film
il film thriller in seconda serata su Iris

NEL CAST JAMES CAVEZIEL

La programmazione televisiva di Iris ha in serbo per i propri affezionati telespettatori nella seconda serata di questo sabato 8 settembre 2018 a partire dalle ore 23:30 la messa in onda del film di fantascienza The Final Cut. Si tratta di una pellicola prodotta grazie ad una collaborazione tedesca e canadese del 2004 che ha visto coinvolte le case cinematografiche Cinerenta, Lions Gate, Cinetheta e Industry Entertainment mentre la distribuzione nelle principali sale cinematografiche e nel mercato dell’home video è stata portata avanti dalla Eagle Pictures. La regia è stata affidata a Omar Naim il quale si è anche occupato della scrittura del soggetto e della sceneggiatura mentre nel cast figurano Robin Williams, Mira Sorvino, James Caveziel, Mimi Kuzyak, Stephane Romanov e Brendan Fletcher. Ma ecco la trama del film nel dettaglio.

THE FINAL CUT, LA TRAMA DEL FILM

In un mondo futuro dove la tecnologia ha cambiato faccia all’esistenza dell’uomo con mirabolanti invenzioni, c’è da fare i conti con una continua lotta etica. In particolare ci sono diverse correnti di pensiero sulla possibilità o meno di utilizzare uno straordinario dispositivo che permette di cancellare anche soltanto in parte i ricordi dalla mente delle persone consentendo in questo modo di non ricordare più episodi infelici che sono accaduti. Uno degli operatori della ditta che ha elaborato questa tecnologia si chiama Alan ed è particolarmente famoso non solo per la sua bravura nell’effettuare le applicazioni ma anche e soprattutto per la sua estrema disponibilità nel soddisfare tutte le richieste che gli vengono fatti dai clienti. Tuttavia questo lavoro ha dei contraccolpi anche per lui in quanto scopre di essere stato a sua volta vittima di una macchinazione della sua mente dalla quale sono state eliminate delle parti relative alla sua infanzia ed in particolare circa un fatto particolarmente drammatico che lo avrebbero visto quale responsabile della morte di un tenero bambino. Deciso ad andare incontro alla questione contravviene a quelli che sono i suoi compiti e facendosi aiutare da amici e colleghi riesce finalmente a far luce su quanto accaduto scoprendo di non essere assolutamente responsabile di quanto successo. Nel frattempo Alan deve fare anche i conti con alcune questioni di natura sentimentale in quanto la sua fidanzata scopre che lo stesso Alan ha utilizzato il congegno per vedere alcune scene private che hanno riguardato un rapporto con un precedente fidanzato. Infine, proprio questo suo lavoro lo porterà ad una morte a dir poco cruenta per mani di alcuni ferrei oppositori intenzionati a scoprire tutti i segreti del congegno.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori