Francesca Fioretti, un anno senza Davide Astori/ Timido sorriso a cena con l’amica: ricominciare per Vittoria

- Valentina Gambino

Tra circa un mese, sarà un anno dalla morte di Davide Astori, il calciatore della Fiorentina stroncato da un malore, e compagno di Francesca Fioretti.

francesca fioretti
Francesca Fioretti

Tra circa un mese, sarà un anno dalla morte di Davide Astori, il calciatore della Fiorentina stroncato da un malore, e compagno di Francesca Fioretti. L’attrice ed ex protagonista del Grande Fratello, sta ripigliando in mano le fila della sua vita dopo la disgrazia che ha letteralmente scombinato la sua esistenza e quella della sua bambina, la piccola Vittoria. Negli scatti proposti tra le pagine del settimanale Chi la Fioretti compare a cena insieme all’amica Assunta De Prisco. Per la giovane donna, cercare di ricominciare è stato decisamente duro e, dopo la perdita prematura di Astori, ha voluto prendersi una lunga pausa anche lontana dal mondo social. Accennando un sorriso, nella rivista diretta da Alfonso Signorini, la Fioretti ha regalato un poco di sollievo anche ai suoi numerosi estimatori. “Qualcuno ha fermato il mio viaggio, senza nessuna carità di suono. Ma anche distesa per terra io canto ora per te le mie canzoni d’amore”, ha scritto Francesca lo scorso 17 ottobre su Instagram.

Francesca Fioretti, quasi un anno senza Davide Astori

Dopo il suo delicato ritorno sui social network, Francesca Fioretti aveva pubblicato un nuovo post il 22 ottobre, comunicando agli estimatori di essere tornata al lavoro, facendo parte del cast della seconda stagione de I Bastardi di Pizzofalcone. Durante le vacanze di Natale poi, si è nuovamente trincerata dietro il silenzio, non pubblicando nulla che potesse farle ricordare il suo amatissimo Davide Astori. L’attrice sulle pagine del Corriere della sera, aveva confessato: “Ora la mia vita deve ricominciare. Ce la metterò tutta”. Dopo il trasferimento da Firenze a Milano, ha deciso anche di riprendere in mano la sua carriera, tra teatro, televisione e cinema. “Io guardo Vittoria e so che il mio dovere è trasmetterle serenità e felicità, in questo caos. Ogni tanto penso che senza di lei forse avrei potuto gestire più facilmente il mio dolore. Sarei andata lontano, dove nulla mi riportava nel gorgo. L’amore di mia figlia è l’unica cosa più forte del mio dolore. Così deve essere. Devo riuscirci”, ha aggiunto



© RIPRODUZIONE RISERVATA