Claudio Villa, padre Manuela Villa/ Le mogli, i figli, Sanremo e la morte nel 1987

- Elisa Porcelluzzi

Claudio Villa, il Reuccio della musica italiana. La carriera e le quattro vittorie al Festival di Sanremo, come Domenica Modugno. La vita privata: due mogli e cinque figli.

villa_claudio_youtube Claudio Villa

Claudio Villa: la carriera e le 4 vittorie a Sanremo

Claudio Villa, il cui vero cognome era Pica, è nato il 1° gennaio 1926 a Roma, nel rione Trastevere. Nel 1946 fa il suo debutto radiofonico in alcune trasmissioni di Radio Roma. L’anno seguente incide il suo primo disco e debutta come attore nel film “Sono io l’assassino”. Nel 1955 si presenta per la prima volta al Festival di Sanremo, vincendo con la canzone “Buongiorno tristezza”, cantata in coppia con Tullio Pane. Nel 1957 torna a Sanremo, questa volta in coppia con Nunzio Gallo, e vince nuovamente con il brano “Corde della mia chitarra”. Nel 1962 con “Addio… addio”, cantata insieme a Domenico Modugno, conquista la sua terza vittoria.

Come Domenico Modugno, Villa ha vinto quattro volte il Festival di Sanremo: l’ultimo successo arriva nel 1967 con “Non pensare a me”, cantata con Iva Zanicchi. In totale ha partecipato tredici volte alla celebre kermesse. Per il temperamento fiero Claudio Villa fu soprannominato “Reuccio” da Corrado durante una puntata dello spettacolo “Rosso e nero”. Claudio Villa si è sposato due volte e ha avuto cinque figli. La prima volta si è sposato con Miranda Bonansea, con cui ha avuto il figlio Mauro. Dalla relazione con Noemi Garofalo sono nati Claudio Jr. e Manuela, riconosciuti suoi figli dalla Corte di Cassazione nel 2004. Nel 1975 ha sposato Patrizia Baldi, con cui ha avuto le figlie Andrea Celeste e Aurora.

Claudio Villa: la morte a 61 anni per infarto e pancreatite

Claudio Villa, il “Reuccio” della canzone italiana, è morto il 7 febbraio 1987 per un infarto all’età di 61 anni. A fine gennaio Villa era stato ricoverato nel reparto di cardiochirurgia del Policlinico di Padova, in attesa di essere operato alle coronarie con l’immissione di quattro by pass. Dopo un intervento durato nove ore, Villa ha lottato dodici giorni contro un’insufficienza cardiaca a cui è sopraggiunta una pancreatite. “Lasciatemi morire in pace. Me ne vado, me ne vado, lasciatemi tranquillo”, sembra siano state le sue ultime parole a medici e parenti, come riportava Repubblica dell’8 febbraio 1987. La notizia della morte di Claudio Villa è stata annunciata da Pippo Baudo, poco dopo le 23, dal teatro Ariston durante la serata finale del Festival di Sanremo, vinto da Gianni Morandi, Enrico Ruggeri e Umberto Tozzi con il brano “Si può dare di più”.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Programmi tv

Ultime notizie