Coronavirus Germania: 8.570 morti, 182.452 casi/ 6 nuove infezioni nel Brandeburgo

- Alessandro Nidi

In Germania il Coronavirus sta allentando la sua morsa, ma gli artisti musicali sono in difficoltà: pianista 33enne decide così di suonare per 20 ore il suo strumento in diretta web

Coronavirus Germania Berlino Lapresse1280
Lapresse

Il Coronavirus in Germania sembra avere deciso di rallentare sensibilmente la sua corsa, come testimoniano i numeri delle ultime ore: ad oggi, dall’avvento della pandemia nel Paese tedesco sono stati segnalati 182.452 casi positivi, con 8.570 persone decedute dopo avere scoperto di aver contratto il Covid-19. A conferma del trend in calo in riferimento ai contagi, nel Brandeburgo sono state segnalate appena sei nuove infezioni in un giorno. Secondo il Ministero della Salute, infatti, sei nuovi casi sono stati segnalati nello Stato da mercoledì a giovedì mattina, rispetto ai dieci e otto nuovi contagi emersi nei giorni antecedenti. All’incirca 2.990 persone, inoltre, sono considerate guarite, esattamente dieci in più rispetto al giorno precedente e non sono stati registrati nuovi decessi nelle ultime quarantotto ore. Infine, nella metà delle 18 contee e città indipendenti, negli ultimi sette giorni non si sono verificati nuovi casi di positività al Coronavirus.

CORONAVIRUS GERMANIA: PIANISTA SUONERÀ PER 20 ORE

Venti ore al pianoforte: è questo il record che il pianista Igor Levit (33 anni) vuole stabilire, suonando ininterrottamente il suo strumento da questo sabato fino a domenica a mezzogiorno. Con l’opera “Vexations” (sulle torture) di Erik Satie vuole attirare l’attenzione sulla difficile situazione dei musicisti di fronte alle restrizioni imposte dalla pandemia di Coronavirus, argomento attorno al quale, in Italia, hanno già ampiamente dibattuto numerosi artisti, fra cui Lorenzo Jovanotti, Laura Pausini e Vasco Rossi. “Questa volta è brutale per noi artisti: fisicamente, mentalmente, emotivamente – ha dichiarato l’artista a un’agenzia di stampa tedesca –. E questo, credo, è il motivo per cui questo mio obiettivo si adatta così bene al contesto attuale per calamitare l’interesse dei vertici tedeschi sullo stato in cui ci troviamo”. Il concerto sarà trasmesso in streaming su diversi canali da uno studio di Berlino a partire dalle 14 di sabato 30 maggio 2020 e sarà diffuso anche attraverso gli account Twitter e Instagram di Igor Levit.

© RIPRODUZIONE RISERVATA