CORONAVIRUS FRANCIA, INGHILTERRA, SPAGNA/ Ultime notizie, Usa: torna paura a New York

- Carmine Massimo Balsamo

Coronavirus Francia, Spagna, Inghilterra: torna la paura anche a New York, dove i casi tornano per la prima volta da inizio giugno sopra quota 1000.

coronavirus inghilterra francia spagna
Foto LaPresse

Quali sono le ultime notizie sul contagio di coronavirus nel resto del mondo? Cominciamo dal nostro “estero vicino”, l’Europa che tra Francia, Spagna e Regno Unito sembra essere piombata nella tanto temuta seconda ondata. Ma in generale la pandemia prende piede in tutto il mondo: secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità sono stati 303.005 i nuovi casi di coronavirus registrati nel pianeta nelle ultime 24 ore. Stando ai dati dell’OMS, aggiornati al 25 settembre, il Paese che ha fatto segnare il maggior incremento è ancora una volta l’India, dove l’epidemia è ormai da tempo fuori controllo. Non è particolarmente più incoraggiante la situazione negli Stati Uniti e in Brasile, rispettivamente al secondo e terzo posto. Nella “top ten” delle nazioni con il più alto incremento giornaliero figurano anche Francia, Spagna e Regno Unito. Nel frattempo Nella lista delle 10 nazioni con il più alto incremento giornaliero ci sono anche la Francia, la Spagna e il Regno Unito. A proposito degli Usa, torna l’allarme a New York, dove il numero di contagi nelle ultime 24 ore ha superato i 1000 casi per la prima volta dai primi di giugno. Il governatore dello stato, Andrew Cuomo, ha infatti comunicato un dato che parla di 1.005 contagi e quattro decessi. Le aree più colpite sono quelle di Brooklyn e del Queens. (agg. di Dario D’Angelo)

CORONAVIRUS: I NUMERI DI SPAGNA E FRANCIA

L’epidemia di coronavirus in Europa, soprattutto in Spagna e Francia, sta mietendo numerosi infetti. I numeri sono impietosi e a volte hanno superato quelli della scorsa primavera, durante il periodo del lockdown. Secondo i virologi non siamo ancora nella seconda ondata, ma l’Oms avverte che andando avanti di questo passo si rischiano due milioni di morti. “Abbiamo perso un milione di persone in nove mesi – le parole di Michael Ryan, direttore per le emergenze dell’organizzazione mondiale della sanità, riportate dall’agenzia Ansa – e potrebbero volerci altri nove mesi prima di avere il vaccino. Siamo pronti a fare ciò che è necessario per evitare quella cifra? Il momento di agire è adesso. Altrimenti guarderemo a quel numero, e purtroppo ad uno molto più alto”. In Europa sono stati superati i 5 milioni di casi di coronavirus, e la maglia nera continua ad indossarla la Francia, con ben 15.797 nuovi casi nelle ultime 24 ore e un’epidemia che non accenna a diminuire. In Spagna sono stati invece 12.272 i nuovi infetti, con l’aggiunta di 120 morti, ma per ora è scontro sulle chiusure. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

CORONAVIRUS SPAGNA, FRANCIA, INGHILTERRA, ULTIME NOTIZIE: NUOVO PICCO A LONDRA

Coronavirus Spagna, Francia e Inghilterra: il punto sull’emergenza sanitaria nei principali Paesi europei. Come vi abbiamo raccontato, ieri sono stati registrati ancora elevati e la situazione non è migliorata nel corso delle ultime ore. In Italia la curva epidemiologica non preoccupa per il momento, ma è vietato abbassare la guardia. Sul tema è intervenuto Massimo Galli, direttore dell’Unità Operativa Complessa di Malattie Infettive dell’Ospedale Sacco di Milano, ai microfoni del Corriere della Sera: «La situazione nei Paesi attorno a noi è allarmante. Non è chiaro perché, ma ho una mia opinione. La mia personale impressione è che il lockdown per come lo abbiamo vissuto e sofferto, più rigoroso che altrove, abbia limitato la circolazione del virus in alcune parti d’ Italia. Parecchie regioni non hanno avuto nuovi casi per un determinato lasso di tempo. Quell’ intervento radicale ci ha dato una sorta di onda lunga di protezione, ma l’equilibrio è fragile».

CORONAVIRUS FRANCIA: DATI PREOCCUPANTI

Preoccupa l’emergenza coronavirus in Francia, i dati continuano a salire. Come reso noto dal Public Health France, nelle ultime 24 ore sono stati registrati 15.797 nuovi casi positivi e 55 nuovi decessi. Il bilancio è salito a 31.661 vittime per Covid-19 dall’inizio dell’epidemia. In aumento la percentuale di persone contagiate tra quelle sottoposte a tampone – dal 6,5% al 6,9% – e l’epidemiologa Sophie Vaux ha spiegato: «Siamo ancora in una fase ascendente dell’epidemia, quasi tutti gli indicatori sono in aumento. La circolazione è sempre maggiore tra gli anziani, che sono maggiormente a rischio di sviluppare una forma grave della malattia», riporta Le Parisien.

CORONAVIRUS SPAGNA: RECORD DI CASI

Se la situazione francese preoccupa, l’emergenza coronavirus in Spagna non è da meno. Venerdì sono stati annotati 12.272 nuovi casi di coronavirus e 120 nuovi decessi. Si tratta del primo paese della comunità europea a superare i 700 mila contagiati da Covid-19. Particolare attenzione va alla Comunità di Madrid, certamente la più colpita. El Mundo mette in risalto che l’esponenziale rialzo di infettati è legato alla mancanza di tracciamento e alla carenza di personale sanitario. Le autorità hanno raccomandato alla popolazione di evitare spostamenti non necessari. In Catalogna, invece, è entrata in vigore la limitazione degli incontri di un massimo di sei persone nella sfera pubblica e privata.

CORONAVIRUS INGHILTERRA: PICCO CASI DA MAGGIO

La situazione non migliora in Gran Bretagna, dove l’emergenza coronavirus sta colpendo duramente in particolare l’Inghilterra. Come reso noto dalle autorità sanitarie nazionale, ieri in UK sono stati registrati 6.874 casi positivi, record di contagiati da maggio, su oltre 245 tamponi processati. Purtroppo sono stati annotati altri 40 decessi. Le buone notizie arrivano principalmente dagli ospedali, dove non sono rilevate criticità di alcun tipo, anzi, la situazione è addirittura migliore alla nostra: 228 ricoverati in terapia intensiva e 1.616 pazienti negli altri reparti Covid.

© RIPRODUZIONE RISERVATA