CORONAVIRUS UK: 12.107 MORTI E 93.873 CASI/ 778 decessi nelle ultime 24 ore

- Alessandro Nidi

Coronavirus UK: 12.107 morti, 93.873 casi. Dominic Raab, sostituto del premier Boris Johnson: “Lockdown ancora distante”. Mascherine obbligatorie per tutti?

uk taglio iva turismo
LaPresse

Arrivano nuovi aggiornamenti sull’emergenza coronavirus in Uk. Il nuovo bollettino diffuso dal ministero della Salute annuncia 778 decessi nelle ultime 24 ore, che portano il totale a 12.107 morti legati al Covid-19. Una cifra molto vicina a quella registrata venerdì, 780, e che rappresenta il record di decessi. I casi di contagio totali sono invece 93.873. Novità anche per quanto riguarda i casi registrati nelle carceri britanniche: secondo quanto riportano i colleghi del The Guardia, il numero di contagiati tra il personale carcerario è più che raddoppiato negli ultimi cinque giorni. Secondo i dati del Ministero della Giustizia, sono 62 gli agenti penitenziari in 28 carceri, mentre l’8 aprile erano 28 infettati in 17 carceri. Il numero di reclusi positivi è aumentato invece del 38%: totale di 207 detenuti in 57 prigioni. Ricordiamo che dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono deceduti 13 reclusi e 3 agenti. (Aggiornamento di MB)

CORONAVIRUS UK, RAAB: “TROPPO PRESTO PER LOCKDOWN”

Il Coronavirus nel Regno Unito ha fatto registrare, dall’inizio della pandemia sino ad oggi, un totale di 88.621 casi confermati e 11.329 morti. Dati drammatici e in costante aumento, che esortano il Governo a non allentare la presa: “Il nostro piano sta funzionando – ha dichiarato Dominic Raab, segretario degli Esteri e temporaneo sostituto del premier Boris Johnson, ancora convalescente –, ma non abbiamo ancora superato il picco di questo maledetto virus. Chiedo alla popolazione britannica di continuare così e di osservare le restrizioni. Abbiamo già perso troppi cari e sacrificato troppe vite, non possiamo ancora pensare al lockdown. Raab ha poi preannunciato che in settimana si terrà una riunione di consulenti scientifici per esaminare i risultati derivati dalle attuali misure contenitive: “Non ci aspettiamo di apportare modifiche alle norme attualmente in vigore e non lo faremo fino a quando non saremo sicuri della totale sicurezza di questo. Non vogliamo una seconda ondata di infezioni”.

CORONAVIRUS UK: MASCHERINE PER TUTTI?

Mentre il lockdown è ancora lontano, il principale consulente scientifico del Regno Unito, Sir Patrick Vallance, ha detto durante la conferenza stampa quotidiana di Downing Street che la guida relativa alle precauzioni da adottare contro il Coronavirus è oggetto di una revisione in corso, con particolare riferimento all’utilizzo su larga scala delle mascherine facciali da parte della popolazione. Vallance ha asserito che il Governo ha già esaminato dati “più convincenti” rispetto a quelli presi in considerazione sino a qualche giorno fa e che suggeriscono che le mascherine possono effettivamente impedire a una persona di trasmettere il virus a qualcun altro, ma non impedirgli di prenderlo. L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha però sottolineato che le mascherine mediche dovrebbero essere riservate agli operatori sanitari, non al pubblico in generale. La soluzione? Disporre di un sufficiente numero di mascherine per tutti, dando la precedenza nella distribuzione a chi opera a stretto contatto con i malati Covid.

© RIPRODUZIONE RISERVATA