Coronavirus, Vittorio Sgarbi furia in Parlamento/ “Governo grottesco, maledetti!”

- Alessandro Nidi

Coronavirus, Vittorio Sgarbi furia in Parlamento: “State votando contro l’Italia, contro i cittadini, contro l’economia. Ve ne pentirete”

Sgarbi, Renzi e Franceschini
Sgarbi, Renzi e Franceschini (LaPresse, 2019)

L’argomento Coronavirus tiene banco anche in Parlamento, finendo per surriscaldare gli animi di alcuni onorevoli: è il caso di Vittorio Sgarbi, che quest’oggi ha rifilato una sonora tirata d’orecchie ai suoi colleghi della Camera, mentre si discuteva in merito al decreto legge sulle misure urgenti sull’epidemia da COVID-19. “Ogni voto in quest’aula è un voto contro l’Italia, contro i cittadini, contro l’economia e ve ne pentirete – ha dichiarato con fermezza e piglio deciso il celebre critico d’arte –. L’emergenza Coronavirus non c’è, sarete maledetti!”. Sebbene il presidente della Camera, Roberto Fico, abbia invitato al microfono il deputato di Forza Italia ad abbassare i toni e a moderare i termini, Vittorio Sgarbi ha continuato a ribadire con forza la sua posizione, argomentandola ulteriormente e fornendo la propria visione di una situazione che rischia di nuocere gravemente alle finanze nostrane, creando un serio disagio. “Non c’è in questo momento – non solo nelle regioni non colpite, ma anche in quelle colpite – un’emergenza Coronavirus. Cerchiamo di ragionare: per l’Italia si apre un dramma tragico per l’economia se continuiamo a far finta che c’è una pandemia che non c’è. Non esiste questa pandemia e il governo per inseguire le Regioni sta facendo una cosa ancora più grottesca”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA