Crisanti: “4 dosi di vaccino non fanno male”/ “Ma protezione migliore è guarigione”

- Davide Giancristofaro Alberti

Il professor Crisanti è stato intervistato ieri sera in collegamento dal programma Controcorrente su Rete 4: ecco le sue dichiarazioni

crisanti controcorrente 2022 640x300
Andrea Crisanti a Controcorrente

Il professor Andrea Crisanti, direttore di microbiologia dell’università di Padova, è stato intervistato ieri in collegamento con il programma di Rete 4, Controcorrente, in onda in prima serata e condotto da Veronica Gentili. Si parla ovviamente dell’ondata di covid in corso e a riguardo Crisanti spiega così i numerosissimi contagi di queste ultime settimane, fra cui moltissime reinfezioni: “E’ una combinazione fra l’emergenza di varianti che sono in grado di infettare le persone vaccinate e il fatto che le persone vaccinate si allontanano dal momento che hanno fatto la vaccinazione, diventano suscettibili, è una combinazione fra questi due fattori il fatto che stiamo avendo questa ondata in questo momento”.

E ancora: “In linea di massima per tutte le malattie infettive la guarigione induce una protezione più duratura ed efficacie di una vaccinazione, vale per tutte le malattie, è difficile che un vaccino riesca a replicare la durata e l’efficacia di una guarigione. Ci sono vaccini comunque formidabili, come ad esempio quello contro morbillo, febbre gialla, pertosse, che si avvicinano alla protezione naturale, ma nel caso del covid la maggiore protezione si ha quando si ha una combinazione fra vaccinazione e guarigione e questo è stato dimostrato in numerosi studi”.

CRISANTI: “QUATTRO DOSI DI VACCINO? NON ABBIAMO ANCORA RAGGIUNTO LA SOGLIA DEL DANNO”

Veronica Gentili chiede quindi a Crisanti se non si corra qualche rischio vaccinandosi quattro volte nel giro di breve tempo, e il professore a riguardo ha spiegato: “Quattro dosi di vaccino possono fare male? Chiaramente l’attivazione del sistema immunitario ha un costo per l’organismo, se lei ha l’influenza, febbre, dolore muscolare, sono dati dall’attivazione del sistema immunitario, e a volte questi sintomi si verificano durante la vaccinazione, una stimolazione prolungata e accanita non fa bene, ci sono tante malattie autoimmuni che stimolano sempre il sistema immunitario e provocano un danno all’organismo. Io penso che comunque fino ad ora non abbiamo raggiunto la soglia di un danno, sempre meglio vaccinarsi che correre il rischio di prendere covid e long covid”.







© RIPRODUZIONE RISERVATA