Crisanti: “Obbligo mascherine FFP2 sui mezzi pubblici”/ “Non c’è alternativa”

- Alessandro Nidi

Andrea Crisanti ha parlato della necessità di rendere obbligatorie le mascherine FFP2, denotate da maggior potere filtrante, sui mezzi di trasporto pubblico

Andrea Crisanti
Andrea Crisanti (da Facebook)

Andrea Crisanti, direttore del dipartimento di Medicina molecolare dell’Università di Padova, è intervenuto nelle scorse ore ai microfoni di Adnkronos Salute per commentare la situazione connessa ai trasporti pubblici in Italia. Un quadro che è doveroso analizzare, considerata la ripresa dell’anno scolastico (di fatto già al via, con gli esami di riparazione che precedono la prima campanella del 2021/2022, ndr), che porterà studenti, personale e genitori ad affollare non soltanto gli edifici scolastici e le immediate pertinenze, ma anche i mezzi per raggiungerli, a cominciare dagli autobus.

In tal senso, giova ricordare come, purtroppo, la presenza della variante Delta in Italia sia documentata, così come il suo elevato tasso di contagiosità e, nonostante le norme varate dal Governo in termini di capienza e distanziamento, il rischio di contrarre l’infezione da Covid-19 viaggiando a bordo di pullman, tram e altri mezzi è decisamente alto. La soluzione, pertanto, può essere una sola e, a indicarla, è stato lo stesso Crisanti ai microfoni dell’agenzia stampa sopra menzionata.

ANDREA CRISANTI: “OBBLIGO MASCHERINA FFP2 SUI MEZZI PUBBLICI? SÌ, ECCO PERCHÉ”

L’esperto Andrea Crisanti, ancora ai microfoni di Adnkronos Salute, ha espresso quella che, a suo parere, sarebbe la soluzione più idonea per rendere realmente sicuri i trasporti, soprattutto in vista della riapertura delle scuole. “Non c’è alternativa – ha precisato -, occorre mettere l’obbligo di indossare la mascherina FFP2 che funziona anche più del vaccino, visto che gli immunizzati non sono totalmente protetti”.

Il professore ha poi aggiunto, a sostegno della sua tesi: “Non vedo altre alternative se si vuole garantire un minimo di sicurezza, ma per farlo serve che il Governo imponga di indossare questa tipologia di mascherine”. D’altro canto, il potere filtrante di questi dispositivi di sicurezza (noti in commercio anche con il nome di KN95 o N95, a seconda del Paese che li ha autorizzati), è di gran lunga superiore a quello delle tradizionali mascherine chirurgiche che ormai tutti abbiamo imparato a conoscere e a utilizzare.



© RIPRODUZIONE RISERVATA