SARAH SCAZZI/ Ultimi aggiornamenti: lo zio Michele dormiva al momento del delitto

- La Redazione

Ultime ipotesi nelle indagini sull’omicidio Sarah Scazzi: Sabrina avrebbe fatto tutto da sola

sarahscazzi_sabrinaR400
Foto Ansa

Nuova ipotesi nell’intricato caso dell’omicidio di Sarah Scazzi. Al momento del delitto di Sarah, Michele Misseri avrebbe fatto quello che faceva tutti i giorni: dormire. Unico assassino sarebbe dunque la figlia Sabrina, Michele Misseri avrebbe solo aiutato a far sparire il cadavere della ragazzina.

E’ una ipotesi non confermata ufficialmente ma che si fa largo tra gli inquirenti, dopo la ricostruzione delle abitudini di vita di casa Misseri. Una casa dove comandavano le tre donne, un’istituto matriarcale perfetto e in cui Michele Misseri faceva solo ciò che gli veniva detto. Particolarmente da parte di Sabrina, figlia per cui avrebbe avuto un “trascinamento” particolare, la cui personalità aveva sempre “prevalso” sulla sua.

Misseri ha descritto cosa faceva tutti i gironi e anche quel 26 agosto al suo avvocato e agli inquirenti: "Dormivo su una sdraio, mi alzavo presto di notte per lavare i piatti che loro avevano usato, io mangiavo con le mani".Oggi il gip darà la conferma o meno sul fermo di Sabrina Misseri. Che si trova in cella di isolamento a Taranto, che urla da dietro le sbarre la sua innocenza vigilata 24 ore su 24. Ma che appare comunque abbastanza tranquilla.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori