SARAH SCAZZI/ Bernardini: Da un mese in tv un gioco al massacro, ma la colpa non è di Chi l’ha visto

Un dramma nel dramma. Concetta Serrano, madre di Sarah Scazzi, ieri è venuta a sapere della morte della figlia in diretta tv su «Chi l’ha visto?»

sarahscazzi_R400
Sarah Scazzi

Un dramma nel dramma. Concetta Serrano, madre di Sarah Scazzi, ieri è venuta a sapere della morte della figlia in diretta tv su «Chi l’ha visto?». Proprio mentre la donna si trovava nella casa dell’assassino, lo zio Michele Misseri. Ma come rivela Massimo Bernardini, conduttore della trasmissione Tv Talk, Federica Sciarelli è stata costretta a continuare con la trasmissione contro la sua volontà.

«Quella di ieri è stata una concatenazione di circostanze che non lasciava alternative. Al di là di come ci si è arrivati, a quel punto la Sciarelli poteva solo continuare la trasmissione o spegnere tutto e andarsene a casa. Il direttore di Raitre, Paolo Ruffini, aveva chiesto infatti al Tg3 di andare in onda, ma la redazione non era però pronta per farlo. Mandare in onda Serena Dandini, con una trasmissione di satira, sarebbe stato ancora peggio. La Sciarelli ha provato a chiamare carabinieri e pm, perché fossero loro a comunicare il ritrovamento del corpo di Sarah, ma non hanno risposto». Cui si aggiunge un piccolo retroscena, che però ha influito molto sulla trasmissione di ieri sera: «Il cellulare di Concetta Serrano non prendeva bene e le comunicazioni erano molto più difficoltose anche per questo motivo».

 

 

 

Come sottolinea il conduttore tv, «questa povera signora, la madre di Sarah Scazzi, era in tv da 40 giorni, chiunque di noi ormai conosce quel viso incorniciato dai capelli rossi. In un ambiguo gioco al massacro, Concetta Serrano continuava a cercare in tv quelle risposte che non trovava nella realtà. E non appena la tv trova un agnello disponibile a sacrificarsi sul piccolo schermo, lo fa subito suo. Ma né la Sciarelli né Raitre si sono comportati male». Come sottolinea infatti Bernardini, «quella di ieri non è stata una serata di cui la tv si deve vergognare. Certo è stato il frutto dell’ipertelevisizzazione della nostra società, con la conduttrice costretta ad affrontare una materia incandescente».

Secondo il conduttore, «in situazioni come questa emerge ancora di più quanto la vita delle persone sia un mistero. Di fronte a una madre con quel dramma tutte le parole si sfarinano, e la Sciarelli è stata brava a non invadere quello spazio. Anche lo share, che ha guadagnato 4/5 punti, passando dal 9/10% al 13/14%, avrebbe potuto essere più alto se si fosse deciso di scaldare il clima della trasmissione in modo artato». Proprio alla puntata di «Chi l’ha visto?» di ieri sarà dedicato «Tv Talk» di sabato pomeriggio. Come ospiti ci saranno Milly Carlucci e Beppe Fiorello, mentre non è ancora confermata la presenza di Federica Sciarelli. «Sarà un approfondimento su come si è mossa la Sciarelli, registreremo le reazioni dei telespettatori e dell’opinione pubblica e che cosa ci dice questo snodo della comunicazione sulla società di oggi».
 

(Pietro Vernizzi)
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori