TERNI/ Uomo ucciso dai carabinieri dopo fuga dal posto di blocco

- La Redazione

Un uomo è rimasto ucciso dopo essere sfuggito a un posto di blocco dei carabinieri a Terni

postodiblocco_R375

I carabinieri hanno ucciso un uomo di 34 anni sfuggito a un posto di blocco e che li aveva poi aggrediti a colpi di coltello. L’uomo non si è fermato a un posto di blocco nonostante l’alt intimato dalle forze dell’ordine. Era su un motorino e viaggiava senza casco e senza targa. E’ successo intorno alle 15 sulla strada caproni vicino alla superstrada nella parte nord della città. Una volta fuggito, l’uomo, 34 anni, i carabinieri lo hanno inseguito e quindi raggiunto.

A quel punto è scoppiata una colluttazione violenta e l’uomo ha estratto un coltello mettendosi a colpire i militari, due dei quali sono rimasti feriti in modo grave ma non mortale. Un carabiniere ha allora estratto l’arma e sparato tre colpi. L’uomo è rimasto ferito mortalmente. Alcuni testimoni hanno visto quanto accaduto e in queste ore vengono sentiti dalle autorità.

La persona rimasta uccisa si chiamava Livio Tassini e aveva precedenti per rissa e porto abusivo d’armi. I carabinieri avevano cercato di disarmarlo a colpi di manganello ma l’uomo era riuscito a colpirne uno all’addome e un altro alle gambe e alle braccia. Il coltello è stato ritrovato poco distante, un serramanico lungo circa quindici centimetri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori