DROGA SINTETICA/ Mefedrone: assolti i fratelli Ongaro

- La Redazione

Due fratelli, produttori e spacciatori di una droga sintetica, sono stati assolti dall’accusa perché tale droga non compare nella tabella del ministero degli interni

cocaina-droga
Immagine di archivio

Produrre droga sintetica come il mefedrone (un cannabinoide sintetico) non è contro la legge. E’ in sostanza questo il motivo dell’assoluzione ottenuta da Alberto e Riccardo Ongaro, due fratelli di Treviso, che erano accusati di produzione e spaccio di droga appunto sintetica. Il fatto è che questo tipo di sostanze stupefacenti è stata tolta dalla tabella ministeriale degli stupefacenti in seguito a una sentenza della Corte suprema lo scorso febbraio. Le modalità di tabulazione, aveva detto la Corte, era illegittima e dunque non si può condannare chi produce tale tipo di droga. L’accusa aveva provato a dimostrare che alcune molecole di questa droga si trovano anche nelle altre sostanze inserite in tabella, ma il tribunale di Treviso ha accolto la richiesta della difesa lasciando liberi i due fratelli. Che però continuano a essere sotto processo per la detenzione di 0,6 grammi di cocaina e anche per minacce nei confronti di uno spacciatore. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori