TERZO SEGRETO DI FATIMA/ Il (presunto) scoop di Zavala sul testo di suor Lucia: le incongruenze secondo Socci

- Silvana Palazzo

Terzo segreto di Fatima, il (presunto) scoop di Zavala sul testo autografo di suor Lucia: le incongruenze secondo Antonio Socci di Libero e il motivo della sua “proliferazione”

santuario_fatima_pixabay
Diretta streaming video Papa Francesco al Santuario di Fatima (Pixabay)

Il Terzo segreto di Fatima è stato rivelato del tutto? Il Vaticano lo pubblicò nel 2000, ma in Spagna c’è qualcuno che sospetta che si tratti, invece, di quello meglio custodito. Si tratta di José Maria Zavala, scrittore cattolico che sta facendo rumore con il libro “El secreto mejor guardado de Fatima”, nel quale viene proposto il presunto scoop del testo autografo di suor Lucia. Ci sarebbero, però, delle incongruenze e ad averle evidenziate è stato Antonio Socci per Libero Quotidiano: il testo di quella visione fu scritto il 3 gennaio 1944 da suor Lucia, ma quello di Zavala porta come data il 1 aprile 1944. Inoltre, commenta un’altra presunta visione, che non era però mai stata descritta precedentemente dalla veggente. Il testo in realtà era già uscito nel 2010 sul sito Tradition in Action, che lo proponeva in maniera critica.

 

Zavala, però, lo ha sottoposto ad uno studio grafologico: dalla ricerca è emerso che questo testo è stato scritto dalla stessa mano che redasse le altre parti del Segreto di Fatima, cioè suor Lucia, la veggente di Fatima. La perizia, però, non è stata eseguita sull’originale, perché Zavala ha ricevuto la riproduzione del foglio via mail, quindi il sospetto è che qualcuno abbia costruito un testo apocrifo usando la calligrafia della veggente. Per Libero, dunque, si tratterebbe di un altro – l’ennesimo – testo fasullo del Terzo Segreto. La proliferazione potrebbe essere legata al fatto che manca qualcosa al testo rivelato dal Vaticano nel 2000.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori