UOVO DI PASQUA 2017 / La Disney si prende il palcoscenico della Kinder. Allarme a Pinerolo (oggi, 13 aprile)

- Matteo Fantozzi

Uovo di Pasqua 2017, la Walt Disney protagonista per la Kinder, ma anche dei Sorpresovo. A Pinerolo intanto scatta l’allarme pericolo sulle sorprese con 100 ritiri dalla Finanza.

auguri buona pasqua 2019
Immagine di repertorio (Pixabay)

Come ogni Pasqua le prime pagine se la prendono le uova della Kinder. Non c’è nulla da fare, ma sicuramente la qualità paga sia per quanto riguarda la cioccolata che anche per i simpatici gadget in regalo. Quest’anno uno dei temi che porterà all’acquisto di milioni di queste uova è la presenza del logo Walt Disney. I due marchi più sponsorizzati sono quelli dell’uovo di Frozen e quelli di Star Wars. Non si fermano alle uova di cioccolato però le possibili sorprese targate Walt Disney per i più piccoli. Si passa infatti alla Simba che propone un uovo del Re Leone con all’interno un peluce di oltre venti centimetri, dvd, fumetto e un personaggio della serie in questione più piccolo. Non parliamo qui di uova di cioccolato, ma comunque di regali adatti alla festività in questione. Si supera la Hasbro che propone quattro tipi di Sorpresovo differenti. Si parte dalle Principesse della Disney per tornare al tema già citato di Star Wars. Abbiamo però anche lo spazio dedicato ai supereroi con The Avengers e Spiderman come protagonisti della prossima Pasqua.

Non si scherza con i bambini, questa dovrebbe essere una regola d’oro. Anche per questa Pasqua però ci troviamo di fronte a dei problemi con le uova. Da Pinerolo, come riporta il portale della Repubblica, arriva l’allarme delle sorprese poco sicure e che potrebbero portare a preoccupanti conseguenze. Sono partiti i sequestri della Guardia di Finanza per la presenza di oggetti non considerati adatti per dei bambini sotto i tre anni. La discriminante è legata al fatto che non ci sono nemmeno delle avvertenze sui possibili pericoli che si corrono. Il tutto è accaduto in un discount del Pinerolse dove il sequestro ha portato al ritiro di un centinaio di uova di Pasqua. Il prezzo di vendita delle uova variava tra i cinque e i sette euro e la contestazione è nata soprattutto dall’assenza di un’avvertenza che potesse segnalare quali rischi si sarebbero corsi se un bimbo piccolo si fosse trovato da solo in possesso di oggetti piccoli e magari pericolosi per l’eventuale ingerimento. Staremo a vedere se scatteranno anche delle ammende e cosa accadrà alla società produttrice.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori