Ultime notizie/ Di oggi, ultim’ora: Roma, esplosione in viale Aventino (12 maggio 2017)

- Matteo Fantozzi

Ultime notizie di oggi, ultim’ora: (12 maggio 2017). Polemica sul nuovo sistema elettorale. Beatrice Lorenzin vuole il vaccino obbligatorio a scuola. Caccia all’autore degli omicidi a Roma.

caserma_polizia_scontri_sgomberi_g8_lapresse_2017
Genova, indagato poliziotto (LaPresse)

Terrorismo? Il primo tanto atteso attacco jihadista all’Italia? Al momento non si sa nulla se non che in viale Aventino nelle vicinanze delle locali poste è esploso qualcosa, forse un pacco bomba o una bomba carta, ordigni che servono solo a spaventare e non provocano vittime. Una automobile nei pressi è stata danneggiata, non si conta nessun ferito ma la paura è tanta. Sul posto autorità e vigili del fuoco, la strada al momento è stata chiusa. Di solito questo tipo di esplosivi vengono usati dagli anarchici antagonisti, ma aggiorneremo sul prosieguo delle indagini.

Sale la polemica sul nuovo sistema elettorale, con il PD che scopre le carte e chiede tramite il suo segretario un sistema alla tedesca. L’affermazione emerge dalla presentazione in commissione di un modello che si avvicina al sistema teutonico, e che prevede il 50 % di sistema proporzionale e cinquanta maggioritario. Immediata la replica dei deputati cinque stelle, che tramite Danilo Toninelli attacca la scelta del partito di governo, stante che per loro è una scelta che agevola in maniera del tutto anti democratica il deputato Denis Verdini. Alle affermazioni di Toninelli ha immediatamente replicato Renzi, che ha accusato i grillini di voler fare una legge solamente a parole, mentre con i fatti cercano di osteggiare qualsiasi proposta. Insomma la strada è ancora lunga, una strada che dovrebbe portare in dote un nuovo sistema, ma che come spesso accade in Italia probabilmente partorirà solamente l’ennesimo pastrocchio.

Beatrice Lorenzin ha le idee molto chiare riguardo alle vaccinazioni, vaccinazioni che per il ministro della sanità dovrebbero essere rese obbligatorie nelle scuole. Questo è quanto emerge da un intervento della Lorenzin alle camere, dove l’alto esponente politico ha fatto notare che ha pronto il testo di un DL da mandare alle camere per la successiva approvazione. Immediata però la replica di un altro ministro del governo Gentiloni, il ministro dell’istruzione Fedeli, con quest’ultima che si dice preoccupata che un vaccino obbligatorio potrebbe ledere il diritto allo studio, un diritto sancito dalla costituzione.

Gli inquirenti sono sicuri di chiudere il cerchio entro poche ore, relativamente all’autore dell’incendio che ieri a Roma ha causato la morte di 3 ragazze di etnia Rom. La polizia dopo una notte passata a visionare le immagini delle telecamere di sorveglianza, avrebbe infatti identificato chi nella notte dell’altro ieri ha lanciato una bottiglia incendiaria sotto un camper, nella quale dormivano 13 persone, causando la morte di 3 di esse. L’omicida non sarebbe stato spinto da un movente razziale ma solamente da una lite con il capo famiglia, una lite che a quanto si viene a sapere verteva su un debito di poche centinaia di euro. Intanto il Vaticano ha fatto sapere che Papa Francesco ha voluto manifestare il suo cordoglio ai genitori delle vittime, cordoglio che è stato partecipato dal nunzio apostolico, unitamente ad un aiuto economico deciso direttamente da Bergoglio.

Il tecnico italiano, dopo aver sottoscritto un contratto lavorativo dalla durata di ben due anni con la squadra londinese del Chelsea, torna a chiarire e a sottolineare di non aver alcuna intenzione di fare retromarcia. L’inter vorrebbe che l’allenatore tornasse a stazionare sulla panchina della loro squadra, ma Conte non sembra interessato a fare progetti futuri e preferisce non esprimersi sulla questione. I suoi pensieri, al momento, riguardano unicamente all’imminente scontro che vedrà il Chelsea sfidare il West Bromwich Albion.

I bianconeri domenica 14 maggio potrebbero conquistare lo scudetto giocando contro la Roma e, sempre all’Olimpico, mercoledì si giocheranno la Coppa Italia sfidando la Lazio. In campo è stata annunciata la presenza di Mario Mandzukic, pedina fondamentale per la squadra di Massimiliano Allegri. Mandzukic, colui che pur di scendere in campo ha sempre accettato di cimentarsi in nuovi ruoli, è stato il protagonista assoluto nelle due semifinali di Champions contro il Monaco. Il trentenne è dotato di una carriera spettacolare alle spalle, basti pensare alla Champions del 2013 quando, giocando nel Bayern, aiutò la sua squadra a sconfiggere il Barcellona per 3-0. La speranza di tutti i tifosi juventini, ad oggi, è quella di rivedere, per la terza volta, la propria squadra sollevare il prezioso trofeo.

La finale di Europa League sarà Ajax-Manchester United tra due squadre che sicuramente hanno un passato glorioso e che negli ultimi anni hanno avuto più di un problema. Una vittoria in Europa League rappresenterebbe per entrambe una grande chance di tornare nel calcio che conta. Arrivano entrambe in finale però con una sfida molto complicata e con qualche complicazione. Il Lione infatti ha battuto l’Ajax per 3-1, senza riuscire a passare dopo che aveva perso all’andata all’Amsterdam Arena per 4-1. Il Manchester United invece si è fatto fermare 1-1 all’Old Trafford contro dal Celta Vigo. Anche se la vittoria per 0-1 in Spagna di una settimana fa ha permesso di passare il turno. Salteranno la finale da una parte Viergever e dall’altra Bailly che sono stati espulsi nelle partite di oggi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori