Ultime notizie/ Di oggi, ultim’ora: legge elettorale, accordo sul Rosatellum bis (21 settembre 2017)

- Matteo Fantozzi

Ultime notizie di oggi, ultim'ora: si è consumata una vera e propria tragedia nel foggiano con un uomo che ha sparato alla figlia dell'ex compagna e si è suicidato. (21 settembre 2017).

polizia_concorso_lavoro_scuola_agenti_lapresse_2017 Immagine di repertorio (LaPresse)

LEGGE ELETTORALE, ACCORDO SUL ROSATELLUM BIS

Sembra che la proposta del deputato Fiano del Pd, relatore della nuova legge elettorale, abbia fatto breccia e trovato finalmente una linea di approvazione delle parti politiche più importanti. Già ribattezzato Rosatellum bis, trova l’approvazione di Ap, Lega, Forza Italia e ovviamente Pd. Contrari M5S e MdP. In sostanza un sistema su base proporzionale con un correttivo maggioritario: 231 collegi uninominali che facilitano la nascita di coalizioni e uno sbarramento al 3%. Il 36% dei seggi verrà assegnata con il maggioritario e il 63% con il proporzionale. La nuova scheda elettorale conterrà i nomi dei singoli candidati associati ai partiti che li sostengono, con accanto i nomi del listino della circoscrizione relativa. (Agg. Paolo Vites)

TRAFORO DEL GRAN SAN BERNARDO CHIUSO AL TRAFFICO

E’ stato chiuso per problemi tecnici il traforo del Gran San Bernardo, i tempi di riapertura vengono definiti “non stimabili”. Inutile dunque almeno per oggi dirigersi verso il traforo in quanto lo si potrebbe trovare chiuso. Il problema si è verificata nella parte italiana del tunnel: . “E’ tutto al vaglio dei tecnici della società, stiamo conducendo delle valutazioni in merito. Al momento non sappiamo stimare i tempi per la riapertura” dicono i responsabili che non specificano però di che problema si tratti. Traffico vietato ai mezzi pesanti mentre le macchine possono procedere percorrendo il Colle del Gran San Bernardo. (Agg. Paolo Vites)

FOGGIA, MORTA LA RAGAZZA DI 15 ANNI COLPITA DALL’EX COMPAGNA DELLA MADRE

E’ morta la ragazza di 15 anni, a cui l’ex compagno della madre aveva sparato ieri in volto, furioso perché la giovane non aveva voluto dirgli dove si trovava la donna. E’ successo ieri a Ischitella in provincia di Foggia, l’uomo stava cercando la sua ex compagna con tutte le intenzioni di ucciderla, ma si è trovato davanti la figlia a cui non ha esitato a sparare in volto. Poi dopo aver tentato la fuga si è ucciso. Ennesimo caso della violenza maschile sulle donne, un caso che dimostra se ce n’era bisogno l’emergenza femminicidio che colpisce tutto il nostro paese: uomini incapaci di accettare e di convivere con il fatto di essere stati lasciati e che non accettano la libertà e l’indipendenza delle donne, un fatto tipicamente italiano. (Agg. Paolo Vites)

SPARA ALLA FIGLIA DELLA EX COMPAGNA E SI SUICIDA

Increscioso e per il momento inspiegabile fatto di sangue avvenuto a Ischitella un centro in provincia di Foggia. Stamani infatti un uomo ha prima sparato in faccia a una ragazzina di quindici anni, e poi si è tolto la vita. A premere il grilletto è stato Antonio Di Paola un 37enne ex compagno della madre della ragazza. L’uomo individuato dai carabinieri si è poi suicidato, usando la stessa arma con la quale aveva ferito la ragazza. I primi testimoni riferiscono di un alterco tra la quindicenne e Di Paola, improvvisamente l’uomo ha estratto l’arma e ha fatto fuoco. La ferita soccorsa immediatamente è stata trasportata con l’elisoccorso agli ospedali riuniti di Foggia, l’uomo invece è morto sul colpo.

SALE LA TENSIONE IN CATALOGNA

Non accenna a placarsi la tensione in Catalogna, tensione che oggi ha raggiunto il suo apice con l’arresto da parte della Guardia Civil di 14 persone. Gli arresti sono stati seguite da decine di perquisizioni, con i poliziotti che hanno preso di mira le istituzioni catalane, ree secondo il governo centrale di dare corso a un referendum per l’indipendenza ritenuto totalmente illegittimo. La consultazione popolare che dovrebbe tenersi il 1 ottobre non ha mai ricevuto la ratifica da parte del parlamento spagnolo, essa dovrebbe dare indicazione su un eventuale distacco della provincia dalla Spagna. Fonti della polizia spagnola hanno fatto sapere di aver provveduto al sequestro di centinaia di migliaia di schede elettorali, ma allo stesso tempo hanno avuto il loro bel daffare per tenere a bada migliaia di cittadini, che si sono immediatamente riversati nelle strade per protestare per gli arresti.

NAPOLI E JUVENTUS IN FUGA

Sono ufficialmente in fuga la Juventus e il Napoli accreditate da tutte come le possibili vincitrici del prossimo Scudetto. Ai bianconeri basta un gol di Mario Mandzukic nella ripresa di un noioso Juventus-Fiorentina per portare a casa tre punti. Più divertente la gara del Napoli allo Stadio Olimpico contro la Lazio di Simone Inzaghi. I biancocelesti erano passati in vantaggio nel primo tempo grazie a un gol di Stefan de Vrij, ma hanno subito la pesante rimonta e la vittoria per 3-1 della squadra di Maurizio Sarri con Dres Mertens in grado di far tornare alla mente Diego Armando Maradona grazie a un suo stupendo gol. Vince anche la Roma a Benevento, alle 18.00, grazie a un secco 0-4 con doppietta di Edin Dzeko e due autogol dei campani. Di seguito gli altri risultati: Atalanta-Crotone 5-1, Cagliari-Sassuolo 0-1, Genoa-Chievo 1-1, Milan-Spal 2-0, Udinese-Torino 2-3, Verona-Sampdoria 0-0.

INCREDIBILE RECUPERO DI VALENTINO ROSSI PER IL MOTOGP

Valentino Rossi ” Parto per Aragon” : dopo aver effettuato ieri un test di 20 giri definito dal pilota soddisfacente , Valentino Rossi ha deciso insieme alla Yamaha di partire per la Spagna. Domani effettuera’ i test medici per ottenere l’idoneità per partecipare al GP. Sicuramente è l’ennesimo record per il dottore che ha dimostrato ancora una volta di essere un vero e proprio artista delle due ruote, ma soprattutto uno che tiene ai suoi impegni e un professionista serio pronto ad andare oltre anche a un infortunio che avrebbe fermato chiunque per un periodo comunque molto più lungo. Staremo a vedere se potrà disputare il Gp di Aragon.

MORTO JACK LAMOTTA

Morto Jack LaMotta: muore oggi il grande pugile Jack la Motta ex Campione del mondo dei pesi medi , detto il Toro del Bronx , aveva 96 anni ed e’ deceduto per le complicanze di una polmonite. Su di lui c’è una vasta filomgrafia con a capo la pellicola diretta dal maestro Martin Scorsese che ha diretto con grande intelligenza Toro Scatenato dove Jack LaMotta era interpretato da Robert De Niro. E’ sicuramente una grande perdita per il mondo dello sport, ma sono tanti anche quelli che avendo amato il film del regista italo americano si erano affezionati a questa figura mitica.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori

Ultime notizie

Ultime notizie