GESSICA LATTUCA, L’OMBRA DEL RICATTO A LUCI ROSSE/ Gaspare Volpe e le intercettazioni sulla giovane scomparsa

Gessica Lattuca, Filippo Russotto: “La madre sa la verità”. E Giuseppa Caramanno replica: “Non è vero che si prostituiva”. Le ultime notizie sulla scomparsa della ragazza di Favara

22.10.2018 - Silvana Palazzo
jessica_lattuca_mamma_scomparsa_favara_facebook_2018
Gessica Lattuca, madre scomparsa a Favara

Un altro mistero, quello sul paio di orecchini che l’ex compagno di Gessica Lattuca avrebbe regalato a Serena Restivo, l’altra ragazza che sarebbe coinvolta nel presunto giro di prostituzione. Stando a quanto riportato da La Vita in Diretta, dieci giorni prima della scomparsa della giovane mamma di Favara Filippo Russotto avrebbe incontrato Serena e avrebbero fissato un appuntamento per fare le pulizie. In quell’occasione lui le avrebbe regalato questi orecchini. «Ci era rimasta malissimo di questo passaggio degli orecchini che Filippo ha dato a serena, era rammaricata, arrabbiata. Lui doveva darli a mia sorella ma li ha dati a Serena», ha dichiarato Enzo Lattuca in collegamento. Serena Restivo, che è stata intervistata dal programma di Rai1, ha parlato anche di Gaspare Volpe, l’ex titolare di Gessica Lattuca. «Lavoravo per lui, per la madre. Anche dopo la scomparsa di Gessica mi fidavo, lo trattavo da amico. Quando ho scoperto questa voce della prostituzione mi sono arrabbiata. Pensavo lui fosse come un secondo padre, ma non si è mai permesso di propormi di andare con uomini. La mia rabbia è che sono stati loro a mettermi in mezzo a queste voci… per me sono morti». La giovane ha spiegato anche che Volpe dava soldi, sigarette e a volte faceva anche la spesa per Gessica Lattuca, finita peraltro in alcune intercettazioni. E poi emerge un’ultima ipotesi, l’ombra del ricatto a luci rosse: pare che queste ragazze che si prostituivano riprendevano gli incontri per incontrare gli uomini facoltosi con cui si intrattenevano. Ma non ci sono indizi sul fatto che sia coinvolta in questo Gessica Lattuca. (agg. di Silvana Palazzo)

L’AMICA: “SI CONCEDEVA PER POCHI SOLDI…”

Il mistero sulla scomparsa di Gessica Lattuca si infittisce. Ora emerge la notizia di un regalo fatto da Filippo Russotto all’amica dell’ex compagna, Serena Restivo, il cui nome è emerso nelle indagini su un giro di prostituzione. Lo ha confermato il fratello di Gessica, Enzo Lattuca, a La Vita in Diretta, che ha parlato di un regalo fatto dopo che Serena è andata ad effettuare le pulizie a casa di Russotto, un paio di orecchini. «Guardate dove vivo, mi piove in faccia… E poi mi vengono a dire che faccio la prostituta, ma se lo ero non stavo in queste condizioni. Non sono una prostituta, sono una persona onesta. Sono povera e onesta», ha dichiarato Serena al programma di Raiuno. Poi ha ribadito anche in un secondo momento la sua estraneità: «Non so nulla della prostituzione, sono all’oscuro di tutto». Su Gessica invece non mette la mano sul fuoco: «Conosco Gessica, ma non so con chi usciva. Qua dicono che si metteva di tutto, che con pochi soldi si concedeva, ma non so se è vero o meno. Secondo me è ancora viva, qualcuno la tiene imprigionata. Spero che la ritrovano, perché ha quattro figli e loro hanno bisogno della mamma». (agg. di Silvana Palazzo)

“FILIPPO RUSSOTTO LA PICCHIAVA, È UN UOMO MALEDETTO”

La mamma di Gessica Lattuca è intervenuta anche a La Vita in Diretta per parlare della scomparsa della figlia. «Mia figlia non era prostituta – ha ribadito Giuseppa Caramanno – Forse se ne approfittavano perché era una ragazza molto debole e fragile. Quando si ubriacava diventata un po’ “scemunita”, e per questo a volte le davo qualche schiaffo». La donna ha poi commentato le voci su un presunto traffico di droga e armi tra Belgio e Favara: «Mia figlia è andata solo una volta in Belgio, mentre Filippo andava e veniva, perché ha la sua famiglia là». A due mesi dalla scomparsa di Gessica Lattuca, resta il mistero su cosa le è successo. E allora la madre rinnova l’appello ai concittadini: «Aiutatemi, se sapete qualcosa ditemelo». Ai microfoni di Raiuno ha poi rivelato i rapporti complessi tra la figlia e l’ex compagno Filippo Russotto: «Mia figlia è diventata fragile per lui, la picchiava dalla mattina alla sera. Girava con la frusta della palestra. Era piena di lividi anche il giorno della scomparsa». Giuseppa ha aggiunto poi che l’uomo non le dava gli alimenti e che lei sta allevando i nipoti. «Dice che non sa se sono i suoi figli, ha fatto fare loro anche un esame, ma sono tutti e tre figli suoi». E quindi si è rivolta direttamente a lui: «Dovresti vergognarti. Sei un uomo maledetto». A La Vita in Diretta ha parlato anche il fratello di Gessica, Enzo Lattuca: «Io sono mancato per tanti anni per problemi miei, con la legge. Se sapevo qualcosa di mia sorella riguardo la prostituzione, avrei provveduto io, visto che nostro padre si trova in carcere. Non avrei mai accettato una cosa del genere». Le ricerche comunque non si sono interrotte, e si cerca anche in Belgio, contattando le persone che la conoscono. (agg. di Silvana Palazzo)

GESSICA LATTUCA, FILIPPO RUSSOTTO: “LA MADRE SA LA VERITÀ”

Non è ancora stato risolto il mistero relativo alla scomparsa di Gessica Lattuca, la ragazza scomparsa da Favara (Agrigento) lo scorso 12 agosto. In questi ultimi giorni però è andato in scena uno scontro a distanza tra Filippo Russotto, ex compagno di Gessica, e Giuseppa Caramanno, madre della giovane. Entrambi sono stati intervistati dagli inviati di Quarto Grado: entrambi hanno dichiarato di essere all’oscuro dei segreti di Gessica, puntando il dito l’uno verso l’altro. «Sono arrabbiato. Ho appreso solo ora che Gessica si prostituiva, ma sua mamma ne era a conoscenza, le portava i soldi a casa», ha dichiarato Filippo Russotto, unico indagato per la scomparsa di Gessica Lattuca. «Lo sapevi quello che faceva: dì la verità!», ha urlato rivolgendosi all’ex suocera. E poi a proposito della recente perquisizione dei Ris di Messina nelle sue proprietà, ha dichiarato: «Mi stanno pressando, ma io dico la verità, quelli che non dicono la verità sono i Caramanno. Vergogna!».

GESSICA LATTUCA, LA MADRE: “NON È VERO CHE SI PROSTITUIVA”

L’ex suocera di Filippo Russotto ha respinto ogni accusa. «Non è vero che mia figlia si prostituiva, qualcuno avrà approfittato di lei, perché era depressa da quando lui le aveva detto che non la voleva più», ha dichiarato Giuseppa Caramanno a Quarto Grado. In merito invece alle presunte intercettazioni che testimonierebbero del presunto giro di prostituzione, la madre di Gessica Lattuca ha affermato: «Quando ho saputo sono rimasta di stucco. Io non ci credo che mia figlia facesse queste cose, era solo depressa perché Filippo le diceva che non la voleva più, perché si ubriacava». Ma di Gessica Lattuca ha parlato anche un’amica, Serena, il cui nome è finito nelle intercettazioni sulle presunte attività di prostituzione insieme a quello di Gaspare Volpe, ex datore di lavoro della ragazza, al momento indagato per reati non collegati alla vicenda. Un collaboratore di giustizia, Marco Rizzo, sarebbe pronto a parlare di un presunto traffico di sostanze stupefacenti dal Belgio a Favara a bordo di un autobus, nel quale Gessica sarebbe rimasta coinvolta.

I commenti dei lettori