Carbonia, prof aggredita: luci spente e lancio di oggetti/ Blitz degli alunni in classe: indagini in corso

Prof aggredita in classe a Carbonia: luci spente, lancio di oggetti, spintoni e urla. Dopo la lezione da incubo scatta la denuncia

09.11.2018 - Emanuela Longo
Pistoia, neonato morto in casa: aveva 5 giorni
Pistoia, neonato morto in casa

Ancora una prof aggredita in classe e finita nel mirino degli alunni violenti. Dopo il caso di Vimercate, questa volta un altro episodio di bullismo è stato registrato in una scuola in Sardegna, precisamente a Carbonia. A riportare quello che è stato definito un vero e proprio blitz organizzato ai danni di una professoressa al termine della lezione di scienze è il quotidiano La Stampa. Tutto sarebbe avvenuto all’improvviso ieri mattina: appena terminata la lezione in un istituto professionale di Carbonia, nel Sulcis, alcuni alunni avrebbero abbassato le tapparelle dell’aula e in classe sarebbe iniziato per la malcapitata insegnante un vero e proprio incubo. Una volta calato il buio, gli studenti avrebbero iniziato a urlare, pronunciare parolacce e lanciare oggetti verso la prof. Libri, quaderni, penne, astucci e persino zaini volavano da una parte all’altra della stanza e la docente non avrebbe neppure avuto il tempo di mettersi in fuga finendo nel mirino dei suoi stessi alunni in preda ad un attacco di violenza inaudita.

PROF AGGREDITA: EPISODIO DENUNCIATO

Oltre ad essere aggredita dal lancio di oggetti, la prof sarebbe stata anche spintonata dai giovani studenti contro la porta dell’aula. A mettere fine all’incubo è stato l’intervento di qualcuno attirato dalle urla della prima classe della scuola superiore di Carbonia, nel Sud della Sardegna. Nonostante abbia tentato di mettersi al riparo, la prof aggredita è stata comunque raggiunta e colpita in pieno dagli oggetti lanciati. Dopo essersi messa in salvo, si sarebbe recata presso il vicino Pronto Soccorso, dove le sono stati dati sette giorni di prognosi per le ferite riportate e in grande spavento. Dopo la lezione da incubo, l’insegnante ha raccontato tutto al preside dell’istituto che ha quindi allertato i carabinieri. Al momento sono in corso le indagini dopo aver già sentito la vittima di questa incredibile vicenda. I militari, coordinati dalla Procura dei minori di Cagliari, hanno avviato ulteriori accertamenti per identificare gli autori dell’episodio di bullismo e accertarne le eventuali responsabilità.