Parma, autista bus aggredito con un casco: 17enne denunciato/ Irreperibile l’amico: diverbio stradale la causa

- Emanuela Longo

Parma, autista bus aggreditoa colpi di casco da due ragazzi: 17enne denunciato, l'amico ancora irreperibile. Ultime notizie, alla base un diverbio stradale

ultime notizie Immagine di repertorio (Pixabay, 2018)

Non c’è pace per gli autisti degli autobus, sempre più spesso vittime di brutali aggressioni nel corso del loro servizio. L’ultimo episodio, la cui dinamica sarebbe ancora tutta da definire, è accaduto a Parma nei giorni scorsi ma, come spiega l’agenzia di stampa Ansa, è emerso solo oggi. Un autista del bus della linea Tep, azienda di trasporto pubblico di Parma, in servizio su uno dei mezzi di una linea urbana, è stato raggiunto al capolinea da due ragazzi giovanissimi e sarebbe stato violentemente aggredito. Uno di loro lo avrebbe anche preso a colpi di casco. Il giovane identificato e prontamente denunciato per lesioni aggravate in concorso ha appena 17 anni. L’aggressione, come trapela da ParmaToday, sarebbe avvenuta in via Parigi, sulla Linea 4. I due giovani aggressori avrebbero raggiunto il conducente uno in bici e uno su uno scooter per poi colpirlo con un casco in pieno viso. L’autore materiale del gesto sarebbe ancora irreperibile.

AUTISTA BUS AGGREDITO: UN MINORE DENUNCIATO

L’aggressione all’autista del bus, a Parma, sarebbe scaturita da un diverbio stradale. Secondo quanto ricostruito da Repubblica.it, nei giorni scorsi l’autista era in servizio proprio sulla Linea 4 quando, in via Repubblica, in pieno centro cittadino, un ragazzo in bici avrebbe inveito contro di lui per quella che, a suo dire, era stata una manovra azzardata. Solo una volta giunto al capolinea, il conducente è stato nuovamente raggiunto dal ragazzo in bici, questa volta accompagnato da un amico in sella ad uno scooter. Sceso dal mezzo per chiarire la situazione però, l’uomo è stato violentemente aggredito con insulti ed a colpi di casco. L’autista avrebbe riportato escoriazioni al sopracciglio ed un ematoma all’occhio. Quindi ha allertato le forze dell’ordine e un’ambulanza che lo ha accompagnato al pronto soccorso dove gli è stata emessa una prognosi di 10 giorni. I carabinieri hanno invece avviato le indagini identificando il minore e denunciandolo, mentre il secondo ragazzo resta irreperibile. L’episodio, sul quale sono in corso le indagini, è stato confermato anche dalla società di trasporto pubblico.







© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Cronaca

Ultime notizie