San Pier Damiani/ Santo del giorno, il 21 febbraio si celebra il dottore della Chiesa

- La Redazione

Il 21 febbraio si ricorsa San Pier Damiani, cardinale e vescovo di Ostia. Entrò nel monastero camaldolese di Fonte Avellana. È stato proclamato dottore della Chiesa nel 1828.

croce2_pixabay_2017
Santo del giorno: San Lanfranco Beccari

San Pier Damiani, la storia

Il 21 febbraio si celebra San Pier Damiani, collaboratore di San Gregorio VII e come lui figlio spirituale di San Benedetto. Pier Damiani fu Cardinale, Monaco e Dottore della Chiesa e rappresenta una delle glorie più splendenti della Chiesa del XI secolo. Grande erudito e asceta, moralizzatore e riformatore della Chiesa avverso a ogni tipo di radicalismo, contribuì alla collaborazione fra Impero e papato e criticò duramente gli usi e i costumi corrotti del clero. Nacque a Ravenna nel 1007 e, persi i genitori in tenera età, ebbe come tutore suo fratello maggiore Damiano, del quale prese successivamente il nome in segno di riconoscenza. Conseguì gli studi a Faenza, ma la Divina Provvidenza un giorno lo mise sulla strada di due eremiti camaldolesi ai quali rivelò di voler vivere in completa e totale solitudine. Questi allora lo accolsero nel loro ordine e Pietro così si rifugiò nel monastero di Fonte Avellana presso la diocesi di Gubbio, diventandone successivamente abate. Il giovane trascorreva il suo tempo in meditazione, in preghiera, in penitenza e studiando le Sacre Scritture. Quando veniva istigato dall’attrazione per l’agiatezza e il vivere comodo, il giovane per penitenza si tuffava nelle acque gelide restandovi fino a che le sue membra non fossero paralizzate dal freddo. Nonostante la sua vita in completo isolamento, San Pier Damiani non poté evitare la scelta di Papa Stefano IX, il quale decise di nominarlo Cardinale e Vescovo di Ostia. Dopo alcuni anni, però, riuscì finalmente a ottenere le dimissioni dal Pontefice; così abbandonò la sua carica prelatizia e ritornò alla vita solitaria e pacifica del monastero, come lui aveva sempre desiderato. Chiuso in cella, si dedicò ardentemente alla scrittura con fervente passione e veemenza, lasciando ai posteri eruditi libri di ascetica che denotano il suo perspicace e arguto talento. Le sue poesie hanno uno stile semplice e piacevole, elegante e pieno di grazia e denotano un grande animo e uno spirito forte ed indomito. San Pier Damiani morì a Faenza nel 1072 e la Chiesa, memore dei suoi importanti meriti, lo inserì fra i suoi Dottori. San Pier Damiani è patrono secondario della Diocesi di Faenza-Modigliana e della città di Faenza.

Altri Santi venerati il 21 febbraio

Il giorno 21 febbraio oltre a San Pier Damiani vengono venerati anche Sant’Eleonora Regina d’Inghilterra, Sant’Eustazio di Antiochia Vescovo, i Santi Germano e Randoaldo Abate e monaco, la Beata Maria Enrichetta Dominici Vergine, il Beato Natale Pinot Martire, San Roberto Southwell Sacerdote gesuita martire ed infine Beato Tommaso Pormort Sacerdote e martire.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori