Prima stalker, poi fidanzato: ma lei non può ritirare querela/ Sassari, due vigili urbani sconvolgono il web

- Matteo Fantozzi

Prima stalker, poi fidanzato: ma lei non può ritirare querela: la storia di due vigili urbani di Sassari sconvolge il web e crea polemica, dovranno vedersi al Tribunale davanti a un giudice.

giudice_tribunale_pixabay
Pixabay

Il reato di stalking è procedibile d’ufficio questo perché c’è la paura che le vittime possano decidere, sotto ricatto, di ritirare la denuncia. Non si può avanzare questa ipotesi per il caso dei due vigili di Sassari che sembrano davvero essere innamorati, ma la loro situazione è alquanto singolare. Infatti dovranno presentarsi in tribunale davanti a un giudice l’uno contro l’altro nonostante siano fidanzati. Davanti alla legge poi non sarà importante il loro ricongiungimento, ma quanto accaduto nel periodo che aveva portato la donna a fare un esposto per le continue minacce e i pesanti messaggi ricevuti. La vigilessa non può ritirare la denuncia e rischia di vedere sotto i suoi occhi il suo fidanzato condannato per un reato commesso nei suoi confronti. Difficile capire cosa scaturirà da questa situazione, ma di certo non è possibile immaginare che si arrivi a una soluzione facile da sbrogliare.

UNA STORIA A LIETO FINE, MA…

Se un uomo accusato di stalking diventa il tuo fidanzato probabilmente si può parlare di una storia a lieto fine anche se sono molte le domande che verrebbero da porsi. È quanto è accaduto a due vigili urbani di Sassari che hanno sconvolto il web con la loro storia. I due erano amanti, fino alla decisione di lei di interrompere la relazione. La reazione dell’uomo non fu delle più morbide però con minacce anche durante l’orario di lavoro, pedinamenti, sms e un’accusa vera e propria di stalking. Fino a che però l’amore tra i due è scoccato nuovamente e la donna ha deciso di fidanzarsi con questo. Nonostante questo il processo è andato avanti e ora i due rischiano di trovarsi di fronte a un giudice per un processo penale che non può essere interrotto nemmeno dalla donna che l’ha intentato. Un paradosso che la legge però non può superare anche perché pesanti erano le accuse ricevute prima del riavvicinamento della coppia.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori