ALGHERO, SCHELETRO INSABBIATO SULLA SCOGLIERA/ Ultime notizie, è giallo: sotterrato o portato dal mare?

- Dario D'Angelo

Uno scheletro è stato ritrovato insabbiato sulla scogliera di Mugoni, nella Baia di Capo Caccia ad Alghero: il corpo era in posizione rannicchiata..

Suicidio a Milano
Immagine di repertorio (LaPresse)

Un vero e proprio giallo sta prendendo piede in queste ore ad Alghero, dov’è stato effettuato il ritrovamento di uno scheletro insabbiato nei pressi della scogliera di Mugoni, nella Baia di Capo Caccia, alle spalle della omonima spiaggia. Come riportato dall’Ansa, la Procura della Repubblica di Sassari ha aperto un’inchiesta dopo che una sezione navale della forestale di Alghero, impegnata nella perlustrazione del litorale nell’ambito di una normale attività di monitoraggio per la tutela della “pinna nobilis”, si è imbattuta in alcune ossa, riportate alla luce con ogni probabilità dalle mareggiate dei giorni scorsi. Gli uomini della Forestale, dinanzi a questa scoperta, hanno dunque iniziato a scavare, ritrovandosi di fronte ai resti quasi integri di un corpo umano, apparso in posizione rannicchiata e coperto da pochi palmi di sabbia, in un’area priva di vegetazione.

SCHELETRO SULLA SCOGLIERA DI ALGHERO: MISTERO

Il primo mistero riguardante lo scheletro insabbiato sulla scogliera di Alghero riguarda ovviamente l’identità del cadavere: a chi appartengono le ossa del corpo rannicchiato ritrovate dalla Forestale nella Baia di Capo Caccia? Una domanda di difficile risposta e dalla quale deriva un altro quesito, ovvero: il cadavere è stato sotterrato o è stato portato dalle mareggiate sulla scogliera? Dopo aver rinvenuto lo scheletro ieri sera, come riportato dall’Ansa, il sopraggiungere dell’oscurità ha impedito di approfondire le indagini, riprese questa mattina con l’arrivo del medico legale, chiamato ad eseguire ulteriori analisi sullo scheletro. I resti in mattinata saranno trasferiti nel Dipartimento di Patologia forense dell’Università di Sassari. L’ipotesi, data la mancanza di vegetazione nel punto del ritrovamento e viste le condizioni dei resti, è che quel corpo di stazza non eccessivamente imponente non fosse sulla scogliera da troppo tempo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA