Ruba in chiesa davanti a reliquia di Papa Wojtyla/ Poi si pente e restituisce bottino: il ‘miracolo’ a Imperia

- Niccolò Magnani

Imperia, ruba davanti alla reliquia di Papa Wojtyla: si pente, restituisce il tutto e si confessa. Il nuovo “miracolo” di San Giovanni Paolo II: ecco la storia

Basilica di San Giovanni
Basilica San Giovanni di Imperia (Wikipedia, 2019)

Papa Giovanni Paolo II fa un altro “miracolo”: questa volta, intendiamoci, non di quelli commoventi e incredibili che ogni anno accadono da quando è salito al Cielo il grande Santo Karol Wojtyla. Eppure un pentimento, una redenzione e una buona azione, svolte tutte assieme, non sono certo materia “comune” di questi tempi: il curioso caso arriva da Imperia, per la precisione dalla Basilica di San Giovanni a Oneglia, dove in questi giorni è esposta la reliquia di San Giovanni Paolo II. Un uomo ha rubato l’elemosina in chiesa, proprio davanti alle reliquie del Santo Padre polacco, ma dopo qualche ora si è pentito, è tornato e ha restituito l’intero maltolto. Una volta accortosi dell’ammanco nella cassetta dell’elemosina, il parroco della stupenda Basilica ha chiamato i carabinieri che si trovavano in servizio proprio per tenere sotto controllo la reliquia di Papa Wojtyla; la denuncia stava quasi per giungere quando l’autore del furto, preso da un netto “scrupolo” di coscienza, è tornato sul luogo del “delitto”.

IL PENTIMENTO E IL “MIRACOLO”

Ha voluto confessarsi col parroco, ha spiegato le sue intenzioni e ha restituito fino all’ultimo centesimo: il tutto, davanti alla reliquia di Giovanni Paolo II che ha probabilmente “influito” sul rimorso di coscienza del ladro improvvisato. «Volevo mantenere la vicenda riservata ma visto che si cominciava a fantasticare, ho voluto chiarire come sono andati i fatti. Voglio anche specificare che non si tratta di un personaggio interno alla nostra parrocchia, ma di uno sconosciuto», ha raccontato monsignor Ennio Bezzone ai colleghi del Secolo XIX. Il consacrato ha poi voluto sottolineare come quanto avvenuto non sia stato affatto “scontato”, «Ringrazio il Signore per il barlume di luce che ha dato a questa persona consigliandola a pentirsi per il gesto che aveva appena commesso. Voglio anche specificare che non si tratta di un personaggio interno alla nostra parrocchia, ma di uno sconosciuto». Papa Wojtyla ha abbattuto i muri, avvicinato le genti e sconfitto il comunismo sovietico: ora è riuscito anche a “portare a redenzione” un semplice ladruncolo. Tutto concorre alla grandezza e testimonianza di Cristo, anche se di “minimo” impatto come il caso di Imperia insegna.



© RIPRODUZIONE RISERVATA