Pontedera, incidente mortale/ Frontale auto-bus, muore giovane di 32 anni

- Davide Giancristofaro Alberti

Tragedia a Pontedera dove un ragazzo di 32 anni ha perso la vita dopo un frontale con un autobus

donna accoltellata torino Ambulanza, immagine di repertorio (LaPresse, 2018)

Incidente mortale a Pontedera, dove un ragazzo ha perso la vita a seguito di uno scontro con un autobus. La vittima si chiamava Gilberto Biasci, aveva 32 anni, ed era il figlio dell’ex sindaco di Lari, Paolo Basci, nonché ex collaboratore del quotidiano La Nazione. L’episodio si è verificato attorno alle ore 20:00 di ieri sera, giovedì 28 febbraio, precisamente in via America a Pontedera, nota cittadina in provincia di Pisa. Per cause ancora al vaglio degli inquirenti l’auto del 32enne, una Fiat modello Panda, si è scontrata con un pullman di linea: un impatto frontale, devastante, che ha scagliato lo stesso Gilberti fuori dal proprio mezzo. A confermare il terribile scontro, la scena dell’incidente, dove vi erano rottami dell’auto disseminati nel raggio di una cinquantina di metri, mentre il corpo del ragazzo è finito a fianco della Panda.

PONTEDERA: FRONTALE AUTO-BUS, MUORE 32ENNE

Immediatamente sono stati chiamati i soccorsi, e sul posto sono giunti un medico e un’ambulanza, assieme alle pattuglie dei carabinieri della compagnia locale e ai vigili del fuoco di Cascina e Castelfranco, ma a nulla è valso il loro intervento, visto che il giovane è morto subito dopo il micidiale impatto. L’auto del ragazzo ha poi preso fuoco, e in pochi istanti è stata avvolta dalle fiamme, riducendosi ad uno scheletro carbonizzato. Ferito il conducente del pullman anche se le sue condizioni non sono state giudicate preoccupanti: l’uomo è stato comunque ricoverato all’ospedale Lotti di Pontendera, sotto choc. Secondo una prima ricostruzione effettuata dalle forze dell’ordine, non è da escludere che la vittima abbia effettuato una manovra azzardata, magari un sorpasso ad un altro veicolo, non accorgendosi però del mezzo pesante che sopraggiungeva nel senso di marcia opposto. I carabinieri hanno informato il magistrato di turno della procura di Pisa, ed hanno sequestrato i due mezzi. La circolazione stradale è rimasta bloccata per ore.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Cronaca

Ultime notizie