Travolto da camion, grave bimbo 14 mesi/ “L’autista barcollava già prima di guidare”

- Silvana Palazzo

Arrestato il 58enne che ieri ha investito un bimbo di 14 mesi, a cui è stata amputata parte della gamba destra. “L’autista barcollava già prima di guidare”

Scontro auto-moto
Scontro auto-moto (LaPresse, 2018)

Pietro Dal Santo, l’uomo ubriaco alla guida che ha investito una famiglia a Marostica ieri, ha travolto anche un bambino di 14 mesi, ora ricoverato in gravissime condizioni. Gli agenti della polizia locale e dai carabinieri lo hanno salvato perché i presenti hanno tentato di linciarlo, compreso il padre del piccolo, che si è fratturato il polso e una mano infrangendo i vetri del camion con una raffica di pugni. Dal Santo, che lavora come artigiano in proprio, barcollava vistosamente prima di mettersi alla guida. Per questo era stata chiamata la polizia locale: si temeva che potesse creare danni al volante, cosa che poi è accaduta. Dal Santo è stato arrestato dopo aver rifiutato l’alcoltest in caserma ed essere stato accompagnato in ospedale a Bassano del Grappa, dove con i prelievi del sangue è stato possibile confermare l’assunzione di alcolici in misura superiore al consentito. (agg. di Silvana Palazzo)

ARRESTATO PER LESIONI GRAVISSIME

Continua ad essere in prognosi riservata il piccolo di 14 mesi rimasto gravemente ferito dopo che è stato investito da un camion a Marostica, in provincia di Vicenza. Il bimbo ha subito l’amputazione parziale della gamba destra presso il San Bartolo, ed ha riportato un grave trauma cranico. Come riferito poco fa dall’edizione online de Il Gazzettino, la Fondazione Banca Popolare di Marostica Volksbank, con il sostegno del Comune, Confcommercio e Associazione Artigiani, ha deciso di aprire un conto corrente per la famiglia del piccolo ferito, e per effettuare una donazione è possibile rivolgersi anche ad alcuni punti specifici situati al centro di Vicenza. Il comune ha scritto sulla propria pagina Facebook: «Crediamo che tanti di noi, dopo una notte insonne si sentano di rivolgere un augurio a questo piccolo angelo perché torni presto agli affetti della famiglia e con il tempo a una vita il più normale possibile e ricca di belle e positive pagine da scrivere con gli amici ed i compagni di scuola. Ma oggi dobbiamo toccare il tasto della solidarietà, quella vera, operativa e costruita sui fatti». Intanto l’autista del mezzo che ha investito il bambino, il 58enne Pietro Dal Santo, è stato arrestato con le accuse di lesioni stradali gravissime in stato di ebbrezza alcolica. A breve verrà fissato l’interrogatorio di garanzia. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

LINCIAGGIO ANCHE SUI SOCIAL

Resta in prognosi riservata il piccolo di soli 14 mesi investito ieri da un camion a Marostica, in provincia di Vicenza. Il bambino, ricoverato presso l’ospedale San Bortolo, ha subito l’amputazione parziale della gamba destra ed ha riportato un forte trauma cranico. Meno gravi le condizioni fisiche della madre, una 28enne di origini albanesi, anch’essa ferita dopo essere stata investita dal mezzo pesante. Intanto arriva con certezza la notizia che Paolo Del Santo, il 58enne alla guida del camion, fosse ubriaco al momento dell’incidente: ha rifiutato di sottoporsi al test alcolemico, ma il magistrato ha disposto il test che è risultato positivo. Ancora da ricostruire in parte la dinamica dei fatti, con l’uomo che dopo essersi fermato ad un posto di blocco per un controllo avrebbe fatto finta di prendere i documenti per poi ingranare la marcia e scappare. Peccato però che dopo aver imboccato una curva ad alta velocità abbia perso il controllo del mezzo, scontrandosi contro una panchina dove si trovava la famiglia albanese ferita. A quel punto non è ben chiaro cosa sia successo: alcuni dicono che il 58enne sia uscito dal mezzo per poi sdraiarsi a terra, mentre altri testimoni spiegano che l’autista stesse provando a scappare a piedi. La cosa certa è che il profilo Facebook del camionista è stato preso di mira in queste ultime ore con numerosi insulti e commenti di disprezzo. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

VICENZA, CAMION INVESTE BIMBO DI 14 MESI

Dramma quanto avvenuto nella giornata di ieri a Marostica, paese in provincia di Vicenza, dove un camion non si è fermato all’alt delle forze dell’ordine, finendo per investire un bimbo di 14 mesi. Il piccolo versa in condizioni gravissime presso l’ospedale di Padova, avrebbe subito l’amputazione di una gamba, mentre l’autista è stato arrestato. L’autore di tale folle gesto, come riferisce Repubblica, si chiama Pietro Dal Santo, un 58enne di Thiene socio di un birrificio della zona. Sarebbe un personaggio molto conosciuto nella provincia vicentina, frequentatore delle saghe delle birre, e spesso e volentieri fotografato con un calice in mano. E sembra che lo stesso Dal Santo fosse ubriaco al momento della “forzatura” del posto di blocco, visto che, dopo aver tentato la fuga a piedi a seguito dello schianto, sarebbe stato catturato dalle forze dell’ordine pochi metri dopo. Sulla sua pagina Facebook, sottolinea Repubblica, è stato scoperto anche un post discutibile in cui se la prende con clandestini, gay e comunisti: ma questa, è un’altra storia. Ora l’unica cosa che conta è che il piccolo di 14 mesi, la cui vita è già stata compromessa dopo l’amputazione della gamba, possa salvarsi. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

VICENZA, CAMION INVESTE BIMBO DI 14 MESI: È GRAVISSIMO

Ha rischiato il linciaggio l’autista del camion che questo pomeriggio a Marostica ha investito un bambino di 14 mesi e sua mamma mentre tentava di sfuggire ad un posto di blocco. L’uomo, descritto come ubriaco dai testimoni, dopo essere andato a sbattere contro il muro a causa dell’alta velocità, avrebbe tentato di rimettere in moto il mezzo – che trasportava dei bancali di legno – e fare retromarcia. Non riuscendoci, il pirata della strada avrebbe allora tentato la fuga a piedi: ad inseguirlo, però, sono stati gli stessi passanti oltre al padre del bimbo travolto che, riavutosi dallo choc, si è avventato sul camion e sull’uomo. Le condizioni del camionista, con ogni probabilità alterate dall’alcol, hanno facilitato l’intervento dei carabinieri, che sono riusciti a completare con successo l’inseguimento a piedi sottraendo l’uomo alla furia della folla. (agg. di Dario D’angelo)

TESTIMONI, “AUTISTA ERA UBRIACO”

È ricoverato in gravi condizioni il bimbo di 14 mesi travolto da un camion a Marostica (Vicenza). Il conducente, dopo non essersi fermato all’alt dei vigili urbani, ha perso il controllo del mezzo, che peraltro viaggiava ad alta velocità, andando ad urtare un muretto delle mura medievali di Marostica, in un’area verde nei pressi della quale si trovava la famiglia. A causa dell’urto il bambino è stato sbalzato dal passeggino ed è finito a terra in gravissime condizioni. Lo riporta RaiNews, secondo cui alcuni testimoni avrebbero dichiarato che l’autista era in stato evidente di ebbrezza da alcol. Dopo l’incidente, sempre secondo queste testimonianze, l’autista del camion avrebbe provato a darsi alla fuga, ma è stato bloccato dai Carabinieri che hanno anche fermato il padre del piccolo che cercava di avventarsi su di lui. Sul caso continuano a indagare gli agenti della Polizia locale con l’ausilio dell’Arma dei Carabinieri di Bassano del Grappa. (agg. di Silvana Palazzo)

VICENZA, BIMBO TRAVOLTO DA CAMION: GRAVE

Tragedia a Marostica, nel Vicentino, dove un camion ha travolto un bimbo di 14 mesi e sua madre mentre fuggiva da un posto di blocco. Il fatto è avvenuto in via Monte Grappa nel tardo pomeriggio. Secondo una prima ricostruzione, il piccolo era nel passeggino quando il camionista, dopo aver perso il controllo del mezzo, lo ha centrato. Ora è ricoverato in gravi condizioni all’ospedale di Vicenza. Stando a quanto riportato dal Giornale di Vicenza, il piccolo, gravissimo, è stato trasportato con l’elicottero del 118 di Padova in ospedale. La madre invece è rimasta ferita in modo non grave. Incolumi il papà e l’altro figlio piccolo che si trovava con loro. Sul posto sono intervenute le pattuglie della polizia locale per fare chiarezza sull’episodio, oltre ai carabinieri e ai vigili del fuoco. Il conducente del camion, che pare fuggisse da un posto di blocco, è stato fermato e condotto nella caserma dell’Arma.

AUTISTA FUGGIVA DA POSTO DI BLOCCO

Sono ore di ansia per la famiglia del bimbo di 14 mesi travolto da un camion, il cui autista pare fuggisse da un posto di blocco. Pare che la famiglia si trovasse nei pressi di una curva quando il camion, che viaggiava a forte velocità, è finito fuori strada. Secondo quanto riferito da Repubblica, il camion ha colpito il bambino che è stato sbalzato fuori dal passeggino ed è finito a terra. Ora versa in condizioni gravissime in ospedale, dove è stato portato con un elicottero. Secondo l’Eco Vicentino, il piccolo nello scontro avrebbe perso purtroppo una gamba e riportato gravissime ferite ad un braccio. L’autista del camion, portato nella caserma dei carabinieri, è stato sottoposto anche a dei controlli per verificare l’eventuale assunzione di alcol e sostanze stupefacenti. Secondo alcune indiscrezioni, riportate da Il Gazzettino, l’uomo stava scappando in quanto temeva il controllo dell’alcoltest.

© RIPRODUZIONE RISERVATA