TERREMOTO/ Oggi in Italia le scosse, la magnitudo e i comuni coinvolti. Sabato 4 maggio 2013

- La Redazione

Forte scossa di terremoto pari a 3.8 gradi della scala Richter oggi in provincia di Ferrara: fortunatamente nessuna conseguenza. Le altre scosse di oggi 4 maggio

sismografo_r439
Sismografo (Foto:Infophoto2)

Fortunatamente dopo la forte scossa di stamane in provincia di Ferrara pari a 3.8 gradi della scala Richter e le due successive, rispettivamente di 2.7 e 2.2 gradi, non si sono verificati altri fenomeni sismici. A parte una scossa di entità minima di 1.9 gradi sempre in provincia di Ferrara registrata anche in quella di Rovigo. In particolare i comuni più vicini sono stati quelli di Bondeno in provincia di Ferrara, Felonica in quella di Mantova e Ficarolo in provincia di Rovigo. Altre scosse di particolare intensità non si sono registrate. Si segnalano alcuni movimenti sismici in Umbria dove circa una settimana fa c’era stato un forte terremoto vicino a Città di Castello. Quelli di oggi comunque sono stati tutti di magnitudine 1.1 gradi, in prossimità dei comuni di Sellano e Preci in provincia di Perugia, Piè del sasso e Castel Sant’Angelo in quella di Macerata. 
TERREMOTO: OGGI IN ITALIA LE SCOSSE, LA MAGNITUDO E I COMUNI COINVOLTI. SABATO 4 MAGGIO 2013 (AGGIORNAMENTO ORE 16.30) –
Paura questa mattina in Emilia, in provincia di Ferarra, dove una forte scossa ha di nuovo riportato al terrore del devastante terremoto di esattamente un anno fa. Fortunatamente non ci sono state conseguenze di alcun tipo, ma la scossa registrata alle ore 7 e 10 di mattina, con i suoi 3.8 gradi della scala Richter ha fatto scappare per strada molta gente. Anche perché circa quindici minuti dopo è stata avvertita una seconda scossa, di magnitudo minore pari infatti a 2.7 gradi, ma che comunque ha fatto temere che potesse arrivare una terza scossa di devastante potenza. Invece si è registrata una terza scossa alle 9 e 46 ma di magnitudo pari a 2.2 gradi della scala Richter. Gli epicentri delle tre scosse sono stati registrati tutti molto vicini, intorno alle coordinate 44.868°N, 11.445°E. La prima scossa è stata individuata 8 chilometri di profondità, la seconda a 9,1 e la terza a dieci chilometri. I comuni più vicini agli epicentri sono stati quelli di Ficarolo e Gaiba in provincia di Rovigo, e quelli di Bondemo, Mirabello, Sant’Agostino e Vigarano Mainarda tutti in provincia di Ferrara. Fortunatamente al momento non risultano altre scosse. Una scossa di magnitudo 2.8 gradi è invece stata avvertita alle ore 12 e 39 in provincia di Messina in Sicilia, nel distretto sismico dei Monti Nebrodi. L’epicentro è stato registrato alle coordinate 37.921°N, 14.636°E e a una profondità di 8,8 chilometri, Il comune più vicino all’epicentro è quello di San Teodoro. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori