TERREMOTO/ Oggi in Italia le scosse, magnitudo e comuni coinvolti. Venerdì 21 marzo 2014 (ore 16.25)

- La Redazione

Diverse scosse di terremoto sono state registrate quest’oggi dall’Istituto Nazionale di Geofisica e di Vulcanologia. Ecco tutte le segnalazioni sismiche di oggi

sismografo_new_r439
Sismografo (Fonte Infophoto)

Alle ore 14.37, l’Ingv ha rilevato sul territorio italiano, e in particolare nel distretto sismico delle Prealpi venete una forte scossa di magnitudo 2.9. L’epicentro del terremoto è stato individuato, alla profondità di 3.9 chilomentri e alle seguenti coordinate geografiche: 46.2702°N, 12.776823°E. Ad essere interessata dal forte sisma gran parte della provincia di Pordenone e Udine. Entro i 10 km dall’epicentro troviamo Cavasso Nuovo (Pn), Fanna (Pn), Frisanco (Pn), Meduno (Pn), Tramonti di Sopra (Pn) e Tramonti di sotto (Pn); mentre, mentre nell’area compresa tra i 10 e i 20 ecco Ampezzo (Ud), Enemonzo (Ud), Forni di Sotto (Ud), Preone (Ud), Raveo (Ud), Socchieve (Ud), Andreis (Ud), Arba (Pn), Castelnuovo del Friuli (Pn), Clauzetto (Pn), Maniago (Pn), Montereale Valcellina (Pn), Pinzano al Tagliamento (Pn), Sequals (Pn), Travesio (Pn), Vito D’Asio (Pn), Vivaro (Pn) e Vajont (Pn). In seguito, alle ore 15.54 sono le Marche, e in particolare la provincia di Macerata, ad essere teatro un leggerissimo moto di magnitudo pari a 1; in questo caso l’epicentro della scossa si è trovato a 12.5 km di profondità e alle coordinate di 42.8 di Latitudine e 13.1 di Longitudine. I comuni prossimi all’epicentro sono quelli di Castal Sant’Angelo sul nera, Pieve e Visso, in provincia di Macerata.

Numerosi gli eventi sismici che hanno attraversato l’Italia questa notte da nord a sud, fortunatamente tutti di magnitudo limitata. Il primo evento che segnaliamo riguarda ancora il bacino di Gubbio in provincia di Perugia dove una scossa di 2 gradi della scala Richter è stata registrata alle ore 1 e 04 di notte alle coordinate 43.3758°N, 12.5417°E e a una profondità di 8,6 chilometri. Le città più vicine all’epicentro sono state quelle di Gubbio. Cantiano, Costacciaro e Pietralunga. Alle ore 1 e 48 invece una scossa in mare ma vicinissima ala costa romagnola è stata registrata poco lontano da Cervia a una profondità di 23,8 chilometri e di magnitudo 2.3. Due invece le scosse registrate in Sicilia in provincia di Messina. La prima alle ore 3 e 04 di magnitudo 2.5 a una profondità di 15,5 chilometri, nei pressi delle città di BROLO (ME), FICARRA (ME), GIOIOSA MAREA (ME), LIBRIZZI (ME), MONTAGNAREALE (ME), PATTI (ME), PIRAINO (ME), RACCUJA (ME), SAN PIERO PATTI (ME), SANT’ANGELO DI BROLO (ME), SINAGRA (ME), UCRIA (ME). Alle ore 3 e 19 una seconda scossa questa volta di magnitudo 2 gradi a una profondità di 16,8 chilometro sempre più o meno nella stessa zona. I comuni più vicini sono stati quelli di BROLO (ME), CASTELL’UMBERTO (ME), FICARRA (ME), GIOIOSA MAREA (ME), LIBRIZZI (ME), MONTAGNAREALE (ME), PATTI (ME), PIRAINO (ME), RACCUJA (ME), SAN PIERO PATTI (ME), SANT’ANGELO DI BROLO (ME), SINAGRA (ME), TORTORICI (ME), UCRIA (ME). Infine di nuovo in provincia di Perugia questa volt nel distretto sismico di Metauro alle ore 5 e 41 una scossa di 2,8 gradi a una profondità di 9 chilometri. Le città più vicine sono state quelle di APECCHIO (PU) e PIETRALUNGA (PG).



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori