CULTURAL TALK/ Ricerche applicate per la valorizzazione del patrimonio culturale

- Matteo Fantozzi

Sei progetti di ricerca applicata in altrettante istituzioni culturali di rilievo nazionale sono al centro dell’incontro “Cultural talk” promosso dalla Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali.

Scuola del Patrimonio CS1280 640x300.jpeg Un gruppo di allievi della Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali

Si terrà giovedì 12 maggio, alle ore 17.00, presso l’Auditorium della Biblioteca Nazionale Centrale di Roma, l’incontro “Cultural talk. Ricerche applicate per la valorizzazione del patrimonio culturale” promosso dalla Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali, istituto internazionale di formazione, ricerca e studi avanzati.
Al centro dell’incontro, introdotto dai saluti di Alessandra Vittorini, Direttore della Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali e dall’intervento di Alessandra Ferrighi, Responsabile della Ricerca della Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali, sei progetti di ricerca, sostenuti dalla Fondazione stessa e dedicati ai temi della mediazione e della partecipazione culturale nei luoghi della cultura.

I sei progetti scaturiscono dall’esperienza biennale di alta formazione e ricerca offerta dalla Fondazione tramite il I ciclo del corso Scuola del Patrimonio e ne rappresentano uno degli sviluppi post-diploma.
Le attività di ricerca e studio avviate dagli allievi durante il corso e le prospettive di ulteriori approfondimenti hanno intercettato l’interesse di enti pubblici e di istituzioni private del mondo della cultura che, insieme alla Fondazione, hanno voluto scommettere su 16 nuovi progetti di ricerca, sostenendoli e promuovendoli.

Grazie al contributo offerto dalle istituzioni ospitanti e al sistema di relazioni costruito dalla Fondazione attorno ai temi più attuali afferenti all’ambito culturale, è possibile condividere oggi i risultati di indagini e studi su casi concreti, a beneficio di coloro che, nel quotidiano, curano e gestiscono il nostro patrimonio culturale.

I ricercatori – Samuele Briatore, Federica Guth, Federica Lamonaca, Marta Pascolini Silvia Rossi, e Agnieszka Smigiel – presenteranno i propri progetti in un vivace dialogo, moderato dalla giornalista e storica dell’arte Elena Del Drago, con i referenti delle istituzioni nell’ambito delle quali i lavori sono stati ideati e realizzati: da Civita Mostre e Musei alla Fondazione Brescia Musei, dalle Gallerie d’Italia di Intesa Sanpaolo al MUSE Museo delle Scienze di Trento / Museo Geologico delle Dolomiti di Predazzo fino al MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo e alla Direzione Generale Cultura del Comune di Milano. Al centro dei lavori idee e proposte innovative per promuovere la partecipazione e il coinvolgimento del pubblico alla conoscenza e alla fruizione del patrimonio culturale, nell’ottica di un proficuo dialogo con le comunità e i territori.

Le conclusioni dei due panel sono affidate a Daniele Manacorda e a Luca Dal Pozzolo. Ricerca e formazione sono due dei pilastri della Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali. Attività cruciali che camminano insieme, si intrecciano per comprendere e accompagnare le trasformazioni del sistema del patrimonio culturale e raccogliere le sfide della contemporaneità.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori

Ultime notizie di Cultura

Ultime notizie