Donna punta pistola contro madre e figlia di colore/ Video choc: incubo razzismo USA

- Alessandro Nidi

A nulla sembrano essere valse l’indignazione e le proteste per la morte di George Floyd: il razzismo torna a colpire in America (video)

pistola 2019 pixabay

Un episodio di razzismo torna a fare indignare gli USA e il mondo intero: protagonista una donna bianca, che ha puntato la pistola contro madre e figlia (minorenne) di colore in seguito a un alterco avvenuto all’esterno di un ristorante a Orion Township, nel Michigan. A riportare l’accaduto, con tanto di filmato girato direttamente dalla vittima dell’aggressione, è il “Daily Mail”, che scrive: “Un video scioccante mostra una donna bianca che punta una pistola contro Takelia Hill e sua figlia quindicenne Makayla in un parcheggio. Secondo Hill, la figlia si sarebbe scontrata con la donna mentre entravano nel fast food verso le 20. Makayla ha chiesto scusa alla donna, che, per contro ha iniziato a urlarle contro”. Parlando al “Detroit News”, Makayla ha detto: “Prima che potessi entrare nel locale, questa donna stava uscendo e io mi era spostato per farla uscire. Mi ha urtato e le ho detto: ‘Scusatemi’. E poi ha iniziato a imprecare e a dire cose come se stessi invadendo il suo spazio personale.

RAZZISMO, DONNA PUNTA PISTOLA CONTRO MADRE E FIGLIA DI COLORE: IL RACCONTO CHOC

A quel punto, l’adolescente ha chiamato sua madre. La signora Hill e sua figlia hanno discusso con la donna e la situazione è rapidamente degenerata, quando la donna bianca è salita a bordo del suv e pareva intenzionata a investire le due malcapitate. “Mi sono avvicinata alla sua macchina e le ho chiesto perché volesse colpirci. Lei è scesa e ci ha puntato una pistola dicendo di allontanarci, racconta Takelia Hill, che ha suggerito alla figlia di prendere subito il numero di targa, come si sente affermare nel video. Missione compiuta, nonostante la donna si sia prontamente rimessa al volante e sia fuggita a bordo della sua automobile. Individuata, è prontamente finita in manette, mentre l’episodio di razzismo, ripreso, come detto, dalle due vittime, è stato postato sul web, dove ha raggiunto 4,5 milioni di visualizzazioni, divenendo, di fatto, virale e suscitando discussioni sui social.



© RIPRODUZIONE RISERVATA