Ecobonus e Sismabonus: recovery fund estende durata?/ Fraccaro “18 mesi troppo pochi”

- Emanuela Longo

Ecobonus e Sismabonus: recovery fund estende durata? Parla Fraccaro che evidenzia i limiti: “18 mesi troppo pochi”

palazzi case pixabay1280
(Pixabay)

Ecobonus e sismabonus potrebbero estendersi grazie al recovery fund. A dichiararlo, come riferisce Corriere.it, è stato il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Riccardo Fraccaro nell’ambito di un incontro promosso da Ance e dedicato proprio alle agevolazioni previste dal dl Rilancio. Fraccaro ha indicato quali sono alcuni limiti a partire dalla durata di 18 mesi, considerati troppo pochi se si tiene conto della lunghezza del processo decisionale e della complessità degli interventi previsti. Non meno trascurabile poi la mancata estensione del super eco bonus a seconde case e immobili di impresa e persone giuridiche. Ora spetterà al Parlamento trovare le coperture necessarie al fine di ampliare la portata della norma cercando di evitare il rischio di accordi al rialzo tra committente e fornitore d’opera. Fraccaro ha poi sottolineato l’obbligo di stipulare una polizza di assicurazione che copra dal rischio di contestazione in fase di controllo ed ha anche annunciato la nascita di un portale ad hoc attraverso il quale sarà possibile avere tutte le informazioni utili sui bonus e attraverso il quale inviare la documentazione a fine lavori.

ECOBONUS E SISMABONUS: NODO CESSIONE DEL CREDITO

Grande attenzione è riservata al nodo della cessione del credito dal momento che non si applicherà solo a Ecobonus e Sismabonus ma a tutte le operazioni edilizie agevolate fiscalmente, con tempistiche di restituzione da parte dell’Erario uguali a quelle previste dalle agevolazioni cui il credito si riferisce, ovvero 5 anni per il super eco bonus o il sisma bonus, dieci anni per il bonus facciate o il bonus ristrutturazioni edilizie. Le cessioni però potranno essere avviate solo dopo l’ok del Mef. Con il decreto Rilancio, ricordiamo, sarà messo a disposizione dei cittadini l’Ecobonus e il Sismabonus del 110% che darà la possibilità di migliorare le abitazioni sia dal punto di vista energetico e sia dal punto di vista strutturale. Un’ottima opportunità per il settore edilizio anche se occorre fare molta attenzione alle offerte in circolazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA