Borsa: Europa incerta in avvio, a Milano sale Tim/ Management contro Elliott: “Piano irrealizzabile”

- Carmine Massimo Balsamo

Borsa: Europa incerta in avvio, a Milano sale Tim. Il management si scaglia contro il fondo americano Elliott e i suoi piani: “Prematuri e irrealizzabili”

Borsa_Piazza_Affari_Lapresse
Piazza Affari (LaPresse)

Borsa: Europa incerta in avvio, a Milano sale Tim. Come sottolinea Il Sole 24 ore, sito specializzato, i mercati azionari si stanno concentrando sulle trimestali in arrivo, con le tensioni geopolitiche e quelle commerciali che sono passate sullo sfondo. Le borse europee si sono aperte all’insegna della cautela, in attesa delle indicazioni che arriveranno nelle prossime ore: Parigi sale dello 0,16 per cento, mentre Francoforte scende dello 0,15 per cento. Londra, la migliore ieri grazie ai titoli minerari, avanza ancora dello 0,18 per cento, mentre Milano resta ferma: frazionale del -0,03 per cento. Per quanto riguarda l’Italia, molto dipenderà dagli aggiornamenti dallo scenario politico, con la presidente del Senato Alberti Casellati al secondo giorno di consultazioni. A livello europeo, invece, particolare attenzione all’incontro in programma oggi a Berlino tra Emmanuel Macron e Angela Merkel: un summit per discutere delle riforme fiscali e politiche. Bene Telecom Italia, che sale al +1 per cento, che il prossimo 24 aprile vivrà una assemblea decisiva.

MANAGEMENT TIM CONTRO FONDO ELLIOTT

Per la Tim i toni si fanno sempre più concitati, sottolinea Il Sole 24 ore, con il ceo Amos Genis che ha chiesto il pieno supporto del board al piano industriale, con la speranza che il conflitto tra i soci si risolva. Dopo la stroncatura di Vivendi, il management di Tim si è scagliato contro i piani del fondo americano Elliott, che non è dello stesso avviso dello stesso Genish. Il fondo americano, che ha il 5,4 per cento del capitale, sostiene di voler cambiare la governance, sottolinea l’Huffington Post, ed è pronto a spodestare l’azionista di controllo Vivendi dal Consiglio di Amministrazione, ma non le strategie industriali. Il management di Tim però non ci sta ed ha marcato come “premature o non fattibili” le proposte di Elliott. E lo scontro tra Vivendi e Elliott non sembra giungere al termine, con quest’ultimo che ha accusato il primo sulla gestione della società di tlc, sottolineando il fallimento nell’affaire Mediaset.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori