Mutuo / Vuoi comprare casa? Ecco le migliori offerte del mese con tassi ai minimi di sempre

- Matteo Fantozzi

Mutuo, vuoi comprare casa? Ecco le migliori offerte del mese con tassi ai minimi di sempre nonostante l’impennata dello spread e un momento economico non facile per il nostro paese.

soldi_euro_banconote_pixabay
Pixabay

Andiamo a fare qualche esempio concreto che ci porti a vedere i tassi di mutuo come un vantaggio se effettuati in questo periodo. Come riporta Adnkronos Intesa San Paolo ha tagliato di circa cinque punti i tassi fissi con Loan-To-Value fino addirittura all’ottanta per cento. E’ stata inoltre lanciata una promozione che prevede la riduzione dei tassi di 15 punti base per quelli a tasso fisso e tra i venti e i trent’anni. Questo però è eseguibile solo nelle principali provincie italiane e cioè: Bari, Bologna, Brescia, Firenze, Milano, Napoli, Padova, Roma, Treviso e Verona. Una riduzione simile viene effettuata ai mutui a tasso variabile che però durano fino a quindici anni. Sono dunque diverse le offerte vantaggiose che ci possono portare a vivere delle possibilità molto interessanti.

TASSI AL MINIMO DI SEMPRE

Nonostante lo spread sia in impennata e la situazione economica del nostro paese non sia in uno dei suoi migliori momenti i tassi sui mutui si mantengono sui minimi di sempre. Stipularne uno in questo momento conviene assolutamente anche perché per diversi mesi si prevede che questi tassi rimarranno molto bassi. Il mese di giugno rivela delle novità interessanti che possono agevolare chi ha voglia, e ovviamente la possibilità, di andare ad acquistare una nuova casa. Non sembra esserci periodo migliore di questo per andare ad affrontare un finanziamento anche lungo che ci porti in un po’ di anni a diventare proprietari di un immobile. Una soluzione che sicuramente può essere accessibile per alcuni, ma che in un periodo come questo lo diventa ancora di più grazie anche alla mano tesa che le banche, comprendendo il periodo economico italiano, cercano di dare andando a lavorare sui tassi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori