PROVE INVALSI 2017/ Test Scuola Superiore: le risposte di italiano e matematica per le classi Seconde

- Niccolò Magnani

Prove Invalsi 2017, Test matematica e italiano per le Seconde Scuole Superiori: ultime notizie di oggi 9 maggio, boicottaggio, soluzioni e novità. Struttura prove e social scatenati

scuola_studenti_2_lapresse_2015 (LaPresse)

Tramite le griglie di correzioni fornite dagli Invalsi ai vari docenti che hanno somministrato le prove di questa mattina per le Scuole Superiori, sono ora disponibili le “risposte” ai test di matematica e italiano, forniti dal portale Studenti.it. Non si tratta ovviamente delle risposte “perfette” con tanto di domanda annessa, bensì una pratica dedicata ai docenti per poter correggere meglio e in maniera più rapida le prove che vedranno davanti. Dato che agli studenti non sono rimaste in mano le tracce dei quesiti Invalsi di stamani, per poter comprendere se le proprie risposte sono state giuste o meno dovranno fare uno sforzo di memoria e ricordarsi la domande, dato che le risposte in queste griglie sono esposte completamente. In attesa che dunque escano la risposte definitive sull’area Prove del portale Invalsi, ecco le griglie dei test Invalsi di: matematicaitaliano.

Sono finite definitivamente in tutte le scuole le Prove Invalsi che come ogni anno esaltano le critiche e le polemiche di professori, sindacati e ovviamente studenti che giudicano i test per le Superiori una perdita di tempo e una modalità di valutazione “errata”. I risultati ufficiali delle Prove di Matematica e italiano arriveranno a settembre prossimo, assieme a tutti gli altri elementi dei test Invalsi per Scuola Primaria e Scuola Secondaria di Primo Grado (le Terze Medie, ndr). Le soluzioni invece, sebbene circolino sui social alcune versione, saranno distribuite direttamente dall’Istituto Invalsi, anche se non hanno stabilito ancora le tempistiche del rilascio. Intanto sono molte le “prove” di studenti che hanno deciso in maniera fantasiosa di boicottare la prova che non viene valutata con voto incidente al termine dell’anno (solo per quest’anno visto che dal 2018 sarà parte integrante per accedere alla maturità). Su tutti, come potete vedere qui sotto, questo studente che ha inteso provocare la sua scuola e gli Invalsi stessi riempiendo con “fantasia” alcuni quesiti della prova d’italiano, non esattamente il migliore spot per una “buona scuola”…

Le soluzioni alle Prove Invalsi tenutesi questa mattina nelle varie scuole Superiori del Paese verranno distribuite esclusivamente dallo stesso Istituto nelle prossime ore, alla peggio nei prossimi giorni. Sono infatti tutti terminati i test di matematica, italiano e il questionario dello studente in tutte le classi Seconde della Scuola Secondaria: tra boicottaggi, polemiche, scherzi sui social e panico, le prove di matematica e italiano hanno fatto da contenuto anche quest’anno nelle Prove che serviranno a testare la valutazione e la preparazione degli studenti italiani. Per molti i quesiti sono stati particolarmente tosti e ostici, con l’italiano che ha creato più problemi – stando alle prime dichiarazioni sui social – del test di matematica. «Risposte molto difficili! I quesiti non corrispondono al tipo di preparazione che abbiamo avuto durante l’anno», scrivono alcuni studenti su Twitter in queste ultime ore di prove. tempo scaduto, le correzioni saranno nei prossimi mesi ma le polemiche torneranno ancora una volta tra un mese quando si completerà il percorso Invalsi nell’esame di Terza Media.

Prosegue la grande diretta delle Prove Invalsi alle Scuole Superiori con le classi Secondi impegnate ancora sul test di italiano dopo aver effettuato questa mattina quelle di matematica (clicca qui per tutte le novità a riguardo). Per quanto riguarda la prova d’italiano, che dura anch’essa 90 minuti, è composto da tre principali sezioni: comprensione di testi narrativi o poetici, comprensione di test informativo-espositivi (con domande anche di grammatica) e domande a scelta multipla con risposta aperta univoca o anche articolata. Al termine di questa prova, che ricordiamo essere senza influenza di voto sulla valutazione finale dell’anno per gli studenti delle Scuole Superiori, ci sarà una terza parte delle Prove Invalsi legata al consueto questionario allo studente: in questo modo vengono raccolte informazioni sulle varie caratteristiche degli alunni, sul loro contesto scolastico, familiare e sulle attività che vengono svolte fuori dall’orario accademico (va detto che in alcuni casi le scuole hanno già somministrato in anticipo il questionario). Ma tranquilli ragazzi, su questo non c’è davvero da studiare! 

Purtroppo anche quest’anno il boicottaggio di alcuni studenti e professori sta rendendo più difficoltoso lo svolgimento delle Prove Invalsi di Italiano e Matematica per le Scuole Superiori classi seconde (formalmente, la Scuola Secondaria di Secondo Grado). «Sono uno strumento-chiave per l’immiserimento della scuola pubblica e per l’annullamento del suo ruolo nella formazione del pensiero critico degli studenti», hanno rilanciato con un volantino ancora una volta questa mattina i sindacati Cobas e Unicobas presso alcuni istituti scolastici di Milano e Roma. La protesta vede alcuni studenti non essersi presentati in classe e altri invece consegneranno il foglio bianco per protestare contro delle prove considerate “contro gli studenti e svolte in maniera robotizzate”. Curioso in questo caso la situazione al Liceo Vico di Napoli, come svela Skuola.net, dove una informativa del Collegio Docenti ricorda che se gli alunni si sottrarranno alle prove del 9 maggio non potranno partecipare in Italia e all’estero anche nei prossimi anni. Niente Invalsi? Niente Gita, con questo “ricatto” già divenuto celebre sui social in questi giorni. Sul fronte web intanto impazzano di già le prime immagini delle Prove Invalsi e delle varie soluzioni dei test adottate dagli studenti: eccone un assaggio tramite Studenti.it.







© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori

Ultime notizie di Scuole Superiori

Ultime notizie