EDUSCOPIO 2019-2020: LE MIGLIORI SCUOLE SUPERIORI/ Ecco gli istituti top di Bologna

- Niccolò Magnani

Eduscopio 2019-2020, le migliori scuole superiori d’Italia: l’elenco degli istituti di maggior prestigio della città di Bologna

Eduscopio
Eduscopio 2019-2020

Quali sono le migliori scuole superiori e le migliori università di Bologna? Scopriamolo assieme grazie ad Eduscopio 2019-2020, il report che analizza le migliori scuole d’Italia, da nord a sud del Belpaese. Nel capoluogo emiliano rimane invariata la classifica degli atenei, con l’università Minghetti in prima posizione. A livello di liceo scientifici, invece, cambia leggermente la graduatoria, con il Copernico che passa dalla seconda alla prima posizione, a discapito invece del Galvani, primo l’anno scorso, secondo quest’anno. Medaglia d’argento per il Fermi (stesso piazzamento dell’anno scorso). Nessuna novità invece per quanto riguarda il linguistico, dove le prime tre posizioni rimangono le stesse del 2018, leggasi il Da Vinci, il Copernico e il Galvani. Per quanto riguarda gli istituti tecnici, invece, il Mattei si conferma il migliore nell’indirizzo economia, mentre il Pacinotti resta in vetta fra i tecnologici. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

EDUSCOPIO 2019-2020: LE MIGLIORI SCUOLE DI NAPOLI E PALERMO

Si rinnova la classifica annuale stilata da Eduscopio rispetto alle migliori scuole superiori d’Italia, basata sul profilo lavorativo e universitario degli ex studenti. L’importanza dei dati emersi risiede nel fatto che la classifica può fungere da valido strumento per gli studenti che, terminate le scuole medie, dovranno iscriversi alle superiori. Non solo Roma e Milano ma anche Bologna, Firenze, Torino, Genova, Napoli, fino a Bari e Palermo: grazie al portale è possibile comparare le scuole rispetto all’indirizzo prescelto e all’area di residenza. Spostandoci più a sud, a Napoli resta in cima al podio dei licei classici il Sannazaro. Sorpasso tra gli Scientifici, con il Convitto Vittorio Emanuele II che ora è in prima posizione testa a testa con il Mercalli. A Palermo svettano invece l’Umberto I, il Cannizzato e l’Istituto Alfieri. In generale è stato riscontrato un indice di occupazione in crescita in tutta Italia, con una percentuale che in merito al sud del paese passa dal 33% al 35% ed una crescita anche degli istituti professionali non indifferente, dal 34 al 38% solo nel Meridione. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

CLASSIFICA LICEI ROMA E MILANO

Oltre ai migliori licei d’Italia, la classifica Eduscopio mette a disposizione anche le migliori scuole che preparano al mondo del lavoro in un mix tra inserimenti, assunzioni e ampliamenti a master specifico nell’ambito preferito: se guardiamo ad esempio a Milano, tra gli istituti tecnici con migliori sbocchi lavorativi troviamo il Pietro Custodi (73% di diplomati hanno trovato lavoro in poco tempo), il Vilfredo Federico Pareto e il Civico Manzoni per il settore Economico, mentre per il Tecnologico svettano l’Enrico Mattei di San Donato, il Torricelli e il Falcone-Righi. A Roma invece la situazione sugli Istituti Tecnici vede premiati dalla classifica Eduscopio 2019-2020 il Bachelet-Einstein, il Darwin e il Croce per gli Economici, il Boaga, Pirelli e ancora Bachelet per i Tecnologici. Chiudiamo la breve rassegna con Torino dove spuntano il Levi e il Majorana come prime due migliori scuole superiori tecnici, mentre il Casale, il Sella e il Vittorini sono il terzetto migliore per quanto riguarda gli Istituti Tecnici Tecnologici.

EDUSCOPIO 2019-2020, LA NUOVA EDIZIONE

Come ogni anno all’inizio di novembre la Fondazione Agnelli stila sul proprio portale Eduscopio la classifica delle migliori scuole superiori d’Italia, divisa città per città con tutti i relativi criteri che incrociati portano al migliore istituto ricercato o per un’ottima preparazione all’Università o per un miglior avviamento al mondo del lavoro. Ce n’è per tutti i gusti anche nell’Eduscopio 2019-2020 pubblicato in nottata sul portale della Fondazione Agnelli: dai licei agli scientifici, passando per tecnici, professionali, sportivi e via dicendo, uno squarcio dell’Italia che merita in tandem tra scuole statali e paritarie, entrambe che svolgono servizio pubblico come evidenzia perfettamente l’edizione dell’Eduscopio di quest’anno. Il sito ‘guida’ l’utente forte di analisi condotte su una banca dati enorme di 1 milione 255mila diplomati italiani negli anni scolastici 2013/14, 2014/15, 2015/16, con oltre 7.300 indirizzi di studio nelle scuole secondarie di II grado statali e paritarie. Una scelta vasta per le famiglie con figli in terza media che si affacciano sul mondo delle Superiori per il prossimo anno: qui sul portale si trovano tutte le info necessarie che guidano verso una scelta – che premi il percorso verso l’università – o l’altra – verso un avviamento al mondo del lavoro – con le distinzioni città per città da Milano a Roma, passando per Napoli, Torino, Firenze, Bologna e tutte le altre.

CLASSIFICA MIGLIORI SCUOLE A MILANO, ROMA E TORINO

Entrando nelle pieghe della classifica Eduscopio 2019-2020 si scopre ad esempio che al nord prevalgono nell’eccellenza e nel merito diverse scuole paritarie, mentre le statali primeggiano ancora al centro-sud Italia. Per il Liceo Classico a Milano città, primeggia l’Alexis Carrel (paritaria) su Berchet e San Raffaele (paritaria), mentre per quanto riguarda lo Scientifico vince il Volta davanti al Leonardo da Vinci e al Vittorio Veneto. Se si allarga all’hinterland, allora nel Classico salta in testa il Marie Curie di Meda, mentre a livello scientifico il Volta si conferma al top davanti al Tosi di Busto Arsizio. Scendendo verso Roma, la migliore scuola per il Classico risulta il Tasso, davanti al Visconti e al Vivona; per lo Scientifico premiate il Righi, il Virgilio e il Cavour. A Torino la situazione vede primeggiare le statali per il Classico – Cavour, Alfieri e D’Azeglio – mentre per lo Scientifico dietro al Ferraris si classifica secondo i diversi criteri della Fondazione Agnelli il Valsalice (paritaria) e il Marro. Per quanto riguarda tutti gli altri istituti e in tutte le altre città rimandiamo al link qui sotto, facendo attenzione solo a scegliere all’inizio i due percorsi “indirizzati” a seconda delle esigenze della singola famiglia.



© RIPRODUZIONE RISERVATA