CERVINIA, ELICOTTERO CADUTO: MORTO 59ENNE/ Incidente monte Breithorn, aperta indagine

- Emanuela Longo

Elicottero caduto a Cervinia nella notte: 59enne morto, secondo uomo è grave. Incidente choc, aperta un’indagine per fare chiarezza

Elicottero
Elicottero, foto di repertorio (LaPresse, 2019)

Si aggiungono poco alla volta piccoli dettagli in più sulla sciagura avvenuta ieri in Val d’Aosta, dove un elicottero privato è caduto sul monte Breithorn provocando un bilancio disastroso: un morto ed un ferito. Due le persone a bordo del velivolo che, come spiega Quotidiano.net, ha emesso l’allarme emesso l’allarme Elt, è stato avvistato dalle squadre via terra solo poco prima della mezzanotte in una zona impervia, fuori dalle piste da sci e che ha reso difficile le operazioni di salvataggio e recupero delle vittime. La dinamica dell’incidente resta in fase di accertamento. Ciò che è certo è che nella sciagura ha perso la vita il 59enne Alfredo Buda. Stando alla ricostruzione dei militari del Soccorso alpino della guardia di finanza di Breuil-Cervinia, coordinati dalla procura di Aosta, i due uomini a bordo del velivolo si erano recati ieri nel comprensorio sciistico valdostano in elicottero, un Robinson 4 posti. L’incidente si è consumato nel tardo pomeriggio al momento del rientro a casa, venendo da fuori regione. Al momento, stando a quanto si apprende, anche l’Agenzia nazionale per la sicurezza del volo ha aperto un’indagine. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

DRAMMA A CERVINIA: UN MORTO E UN FERITO

Terribile incidente nella notte a Cervinia, dove un elicottero privato è caduto provocando la morte di una persona e il ferimento di un’altra. La tragedia è avvenuta a 3000 metri di quota. A riportare la notizia è l’agenzia di stampa Ansa che riferisce il drammatico bilancio e conferma che l’allarme era scattato ieri sera ma il velivolo era stato avvistato poco prima della mezzanotte. L’incidente si è verificato nella zona di Cime Bianche, in un’area impervia che ha reso difficili e complesse anche le operazioni di ricerca e recupero. Secondo quanto reso noto da Notizie.it, dopo lo schianto al suolo per una delle persone a bordo dell’elicottero non ci sarebbe stato nulla da fare mentre l’atra è stata trasportata in gravi condizioni nel più vicino ospedale. A condurre le operazioni di soccorso sono stati gli uomini del Soccorso alpino valdostano e della Guardia di Finanza, intervenuti dopo la mezzanotte. Non appena hanno trovato il velivolo precipitato, hanno provveduto prontamente ad estrarre i corpi dei passeggeri che da una prima ricostruzione dovrebbero essere solo due.

ELICOTTERO CADUTO A CERVINIA: INCIDENTE CHOC

Lo schianto al suolo dell’elicottero da 3000 metri di quota nei cieli di Cervinia, purtroppo non ha lasciato scampo ad uno dei passeggeri le cui ferite sono state tali da rendere vano qualunque tentativo di rianimazione. Il secondo passeggero si è miracolosamente salvato ed è stato subito affidato alle cure del servizio sanitario svizzero. Secondo le prime indiscrezioni, si troverebbe ricoverato all’ospedale di Berna in condizioni gravi per una forte ipotermia. Al momento non è noto quale dei due fosse il pilota. Durante i soccorsi, le forze dell’ordine intervenute sul posto dell’incidente hanno provveduto ad eseguire tutti i rilievi del caso utili alla ricostruzione della dinamica. Al momento restano ignoti i tempi e le modalità dello schianto ma soprattutto le cause che hanno portato alla drammatica caduta dell’elicottero privato. Restano inoltre ancora da identificare le due persone che si trovavano a bordo, una delle quali purtroppo deceduta nello schianto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA