“Eskimo razzista”: gelato cambia nome/ Accuse ad Hansens “offende etnia Groenlandia”

- Emanuela Longo

“Eskimo razzista e offende il popolo della Groenlandia”: dopo anni di accuse gelato cambia nome, la svolta della danese Hansens

eschimesi wikipedia
Popolo eschimese, Wikipedia

Dopo i cioccolatini Moretti considerati razzisti e banditi dai supermercati svizzeri arrivano le accuse contro il gelato Eskimo considerato anche lui razzista ed offensivo verso gli Inuit e in generale tutte le popolazioni artiche e della Groenlandia. Per questo, come riferisce Repubblica.it, il gelato prodotto dalla danese Hansens cambia nome: non più Eskimo (ovvero eschimese) bensì O’Payo dal nome del tipo di cioccolato con cui viene prodotto. I portavoce della gelateria danese Hansens hanno commentato il cambiamento alla France Presse spiegando: “All’inizio eravamo contrari a cambiare nome al nostro gelato”. Da decenni, tuttavia, sono stati oggetto di critiche anche molto feroci. Già dagli anni Settanta erano state avanzate richieste affinché venisse trovato un nuovo nome al celebre gelato ma solo adesso la Hansens sembra aver preso questa decisione mettendo a tacere le accuse di razzismo che l’hanno riguardata per decenni. In Danimarca le proteste avevano coinvolto anche gli esponenti politici e della società civile della Groenlandia che avevano sottolineato come la parola Eskimo usata per chiamare il gelato significasse “mangiatore di carne cruda”, ritenendola molto offensiva.

“ESKIMO RAZZISTA”: GELATO CAMBIA NOME DOPO ANNI DI ACCUSE

Contro l’uso della parola Eskimo legata al gelato si è scagliata anche la deputata Aaja Chemnitz-Larsen, una dei due legislatori che al Folketing, il Parlamento danese, rappresenta la Groenlandia ed i suoi 55 mila abitanti. “Dopo anni e anni di dibattito, siamo riusciti a chiarire che usare la parola Eskimo evoca secoli di discriminazioni ai danni del nostro popolo”, ha tuonato, ricordando come la Groenlandia abbia dovuto fare i conti con la povertà di massa, il colonialismo ed ora anche i cambiamenti climatici. “Chiamare Eskimo un gelato ai nostri occhi e non solo è mancanza di rispetto verso la nostra etnia ed evoca secoli di umiliazioni”, ha proseguito. Eppure non tutti in Danimarca sembrano voler sposare la necessità di una political correctness relativamente ai nomi dei propri prodotti. Premier Is, altro produttore di gelati, continuerà a chiamare un suo cremino Kaempe Eskimo, cioè eschimese gigante. Le polemiche, dunque, sono destinate a proseguire.

© RIPRODUZIONE RISERVATA