FONDATORE VINE TROVATO MORTO A NEW YORK/ Colin Kroll, forse overdose da stupefacenti

Fondatore Vine trovato morto a New York: Colin Kroll, 34 anni, rinvenuto senza vita nel suo letto. L’ipotesi della polizia è quella di un’overdose da sostanze stupefacenti.

17.12.2018 - Dario D'Angelo
Colin Kroll, fondatore Vine trovato morto a New York

Colin Kroll, cofondatore di due app molto popolari come Vine e HQ Trivia, è stato trovato morto nel suo appartamento di Soho a Manhattan, New York. Il corpo del manager, 34 anni, è stato rinvenuto dalla polizia dopo che la fidanzata, non sentendolo da ore, aveva lanciato l’allarme. Gli agenti, come riportato dall’Ansa, hanno trovato Kroll senza vita nel suo letto, attorno al quale erano collocati alcuni strumenti utilizzati per assumere eroina e cocaina. Da qui il forte sospetto che il giovane sia morto in seguito ad una overdose da sostanze stupefacenti. La carriera di Kroll, a partire dagli inizi nel 2007 con Yahoo!, è stata sempre complicata dal carattere difficile e dagli eccessi che caratterizzavano la vita privata del manager. Nel 2014 fu licenziato anche da Twitter, il social network che aveva acquistato la sua Vine, un’applicazione che permetteva di creare mini-video della durata di sei secondi, i cosiddetti ‘vines’, con l’accusa di essere “un cattivo manager”.

COLIN KROLL, FONDATORE VINE TROVATO MORTO A NEW YORK

L’accusa principale che nel 2014 costò il licenziamento da Twitter a Colin Kroll, oggi trovato morto nel suo appartamento newyorchese, fu quella mossa da alcune donne che lamentarono comportamenti molesti da parte del manager, anche se nessuna arrivo’ mai a denunciarlo. Come ricorda l’Ansa, nel 2015 Kroll venne nominato ceo di HQ Trivia, un’app molto popolare tra i giovanissimi con la quale ogni giorno è possibile vincere denaro se si risponde esattamente ad una serie di 12 domande di difficoltà crescente. Al suo apice HQ Trivia contava 2 milioni di giocatori con un valore di mercato che si aggirava attorno ai 100 milioni di dollari. Oggi però, dopo il successo iniziale, l’app è in forte calo: se nel gennaio 2018 faceva parte della top ten dei giochi più scaricati su iPhone, si posiziona adesso tra il 250esimo e il 500esimo posto. Kroll inoltre ultimamente era alle prese con un dipendente che lo aveva denunciato per “uno stile manageriale aggressivo”. Un periodo nero che potrebbe averlo portato oltre l’orlo del precipizio.



© RIPRODUZIONE RISERVATA