Belgio, sparatoria in centro a Bruxelles: 2 feriti/ Ultime notizie: caccia al commando, regolamento di conti?

Belgio, sparatoria in centro a Bruxelles: due persone rimaste ferite, commando di 5-6 persone in fuga. La polizia è a caccia dei responsabili, giallo su movente.

16.09.2018 - Emanuela Longo
polizia_belgio
Tre morti e 4 feriti, di cui uno grave, ieri e Liegi, Belgio

Domenica di paura in Belgio, dove in pieno centro a Bruxelles si è registrata una sparatoria ad opera di un vero e proprio commando armato composto da almeno cinque, forse sei persone. E’ quanto riportato da TgCom24, citando le parole del portavoce della polizia di Bruxelles-Ixelles, Ilse Van de Keere, rilasciate al quotidiano belga Le Soir. Secondo le prime indiscrezioni, i responsabili della sparatoria avvenuta questa mattina, intorno alle 9.40 nei pressi del bar The Switch, sulla Rue de la Croix de Fer, dopo aver aperto il fuoco, sarebbero poi fuggiti in automobile facendo perdere le loro tracce. Da quel momento sarebbe partita una ferratissima caccia all’uomo attualmente in corso. Durante la sparatoria una persona è rimasta ferita ad una gamba mentre una seconda persona avrebbe riportato alcune lesioni dopo essere rimasta colpita da alcune schegge.

SPARATORIA A BRUXELLES: CACCIA AL COMMANDO

Non è ancora chiaro il movente della pericolosa sparatoria avvenuta questa mattina in pieno centro a Bruxelles. Secondo gli inquirenti però, potrebbe trattarsi non si un atto terroristico bensì di un “regolamento di conti”. Poco prima delle ore 10.00 è stata allertata la polizia intervenuta prontamente sul posto dando il via alle indagini, mentre i due feriti sono stati trasportati in ospedale. Attualmente gli agenti sono impegnati nella caccia al commando che, dopo aver aperto il fuoco si è dileguato a bordo di un’auto ma al momento non ci sarebbe alcun esito positivo mentre le indagini proseguono. L’obiettivo primario resta quello di catturare i responsabili dell’episodio, mentre restano al momento ignote le informazioni circa le due persone rimaste ferite così come sulle loro generalità.

I commenti dei lettori