Fedrigo, regista no vax/ Lite a La 7: “Informazione raccapricciante, create mostri!”

- Chiara Ferrara

Ambra Fedrigo, regista no vax, è stata ospite a L’aria che tira: la lite con Massimo Galli e gli altri ospiti in diretta su La 7

fedrigo regista no vax

Ambra Fedrigo, ormai nota come la regista no vax, è intervenuta in collegamento nel corso della puntata di L’aria che tira andata in onda lunedì 29 novembre. La documentarista ha scelto di non vaccinare i suoi figli e non li manda a scuola. Al termine del servizio sui genitori che stanno facendo lo stesso, ricorrendo a metodi di istruzione alternativi, la donna si è scagliata contro la conduttrice Myrta Merlino e contro gli altri ospiti, tra cui anche il virologo Massimo Galli e la dottoressa Orietta Emiliani (medico NHS).

“Avete usato un commento sonoro terrificante, avete dato un’immagine al telespettatore delle scuole parentali che non pagano le tasse. Ora è molto difficile rispondere, so esattamente come viene trattata l’informazione. È raccapricciante. Mi chiedo perché ho dato l’ok a questa intervista. Avete creato dei mostri!”, ha detto. E ancora: “Continuate a parlare del vaccino come l’unica forma di prevenzione, è incredibile. L’unica cosa che siete stati in grado di dire alla popolazione è lavarsi le mani. Ci sono migliaia di medici che ritengono che la loro libertà di cura in questo periodo non sia stata rispettata, il dibattito scientifico è aperto. Il punto di vista di alcuni personaggi, sicuramente autorevoli, non è la scienza”. La regista no vax, in tal senso, ha citato anche il caso relativo alla morte di Camilla Canepa, avvenuta dopo che aveva ricevuto una dose di AstraZeneca. “Da madre non posso rimanere indifferente”.

Fedrigo, regista no vax, contro Galli

A chiudere il dibattito con Ambra Fedrigo, la regista no vax, è stato il virologo Massimo Galli. Poco prima dell’intervento della documentarista, infatti, il professore aveva sottolineato l’importanza della vaccinazione e dunque non ha potuto in alcun modo tollerare le teorie della donna. “Di fronte a una così colossale ignoranza, io apro le braccia. Ma lei lo sa che uno dei problemi principali nella prevenzione delle malattie e delle infezioni da batteri multiresistenti trasmesse in ospedale è riuscire a ottenere il lavaggio delle mani da parte del personale? Lei non ha proprio idea di cosa succeda nel mondo. Ha il suo piccolo fanatismo, che è assolutamente nocivo e col quale non è proprio il caso di confrontarsi. Basta. Per quanto mi riguarda, con questa signora non interloquisco”, ha detto nel corso della puntata di L’aria che tira.



© RIPRODUZIONE RISERVATA