FOLLIA A ROMA, IN MONOPATTINO SUL RACCORDO/ Video, automobilisti increduli

- Fabio Belli

Follia a Roma, in monopattino sul Raccordo. Video, automobilisti increduli, allo svincolo filmato ragazzo su un mezzo elettrico.

monopattino gra.png

Follia a Roma: un ragazzo su un monopattino elettrico è stato avvistato mentre si dirigeva sullo svincolo del Grande Raccordo Anulare, l’arteria autostradale che circonda tutta la Capitale. Impossibile pensare di avventurarsi con un mezzo come un monopattino elettrico. In tutta Roma sempre più persone viaggiano su monopattini di proprietà o a noleggio ed hanno cominciato a moltiplicarsi anche gli incidenti, come purtroppo si temeva da quando questo tipo di singolare mezzo di trasporto è stato sdoganato per cercare di muoversi in maniera più salubre durante il lockdown, quando il traffico è sensibilmente diminuito. Un modo per evitare i mezzi pubblici, a rischio per la promiscuità e la capacità di diffondere il virus. Ma ora il traffico è tornato e come si vede nel video girato nei pressi di uno svincolo del Grande Raccordo Anulare, alcune manovre rischiano di essere particolarmente rischiose.

MONOPATTINO SUL GRA ALL’USCITA 10

Alcuni automobilisti nella mattinata di lunedì 29 giugno hanno filmato una scena a dir poco surreale: un ragazzo in monopattino è stato incrociato dalle altre vetture mentre percorreva una strada che collega il centro commerciale Porta di Roma con le due direzioni del Raccordo, all’altezza dell’uscita 10 (Bufalotta). Il Grande Raccordo Anulare di Roma non è una vera e propria autostrada, ma è comunque una strada a scorrimento veloce con le stesse prerogative e il punto in questione dove è stato avvistato il monopattino collega il centro commerciale sia con il Raccordo in entrambe le direzioni che con le strade interne di via della Bufalotta. Il filmato girato da alcuni automobilisti mostra chiaramente come tutte le carreggiate siano parecchio trafficate e in un’area totalmente inadatta a pedoni o ciclisti un monopattino elettrico rischia di provocare incidenti potenzialmente fatali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA