Francesca Della Valle: “Buzzanca In RSA contro la sua volontà”/ Il figlio: “Falso”

- Anna Montesano

Francesca Della Valle shock su Lando Buzzanca: “In RSA contro la sua volontà”. Il figlio Massimiliano replica a Pomeriggio 5

caso buzzanca pomeriggio5 640x300
Lando Buzzanca, le novità a Pomeriggio 5

Francesca Della Valle, rivelazioni e accuse shock su Lando Buzzanca

“Io denuncio, senza mezzi termini. #basta” Inizia così il lungo post con il quale Francesca Della Valle torna a denunciare le presunte condizioni di segregazione in cui vivrebbe Lando Buzzanca. Su Instagram, la giornalista lancia pesanti accuse, scrivendo che: “Lando è, dal 27 dicembre, contro la sua volontà in una RSA. Isolato dal 21 aprile 2021 da un ADS, a cui vengono concessi, sempre e comunque, da un GT, poteri straordinari. È in una RSA e ha un’afasia ( problematica di linguaggio), non una demenza senile o altro.”

Il lungo messaggio d’accusa continua con particolari molto forti: “È isolato da 13 mesi per annientarlo, lui scalpita e, come lo fermano nella RSA, con psicofarmaci, così da cambiare le care in tavola? Non fa logopedia, né mantenimento fisioterapico. A che serve che stia lì? Lo stanno distruggendo! […] È un complotto per interesse che sta diventando un complotto per tentato omicidio”.

La replica di Massimiliano Buzzanca a Francesca Della Valle

Di queste pesanti accuse si parla a Pomeriggio 5 nel corso della puntata del 16 maggio. Ospite in collegamento c’è Massimiliano Buzzanca, figlio di Lando, che nega le accuse della signora Della Valle e spiega cosa starebbe accadendo: “Papà deve tornare a casa e stiamo provando in tutti i modi a farlo. Se non ci riusciamo al momento è per due problemi: uno di natura fisica, perché da due mesi papà soffre di una sorta di disfasia e ha bisogno non solo di due badanti ma anche di un operatore sanitario. È per questo che l’amministratore di sostegno sta aspettando qualche settimana in più.” E conclude: “Lei ha girato la realtà come voleva lei, non è vero che non poteva vedere papà!”







© RIPRODUZIONE RISERVATA