Francesco Menegatti, figlio di Carla Fracci e i nipoti Giovanni, Ariele/ “Amore profondo”

- Jacopo D'Antuono

Francesco Menegatti e il rapporto speciale con sua mamma Carla Fracci: “Sguardi pieni d’amore profondo fino alla fine”

francesco menegatti rai1 640x300
Francesco Menegatti, Oggi è un altro giorno

Francesco Menegatti non dimentica sua madre Carla Fracci e il rapporto speciale che li ha legati profondamente, fino all’ultimo respiro compiuto dalla Signora della Danza. E così il figlio Francesco, affermato architetto e docente, conserva con cura nei suoi ricordi gli sguardi pieni d’amore di sua mamma prima dell’ultimo saluto. “E’ una donna che ha resistito con tenacia, orgoglio, e una dignità fuori dal comune. Doti che l’hanno sempre accompagnata, anche in vita”, aveva raccontato commosso al Corriere della Sera, ripercorrendo le ultime tappe della vita di Carla Fracci, una grande donna ancora prima di una grande ballerina.

“Ha avuto sguardi pieni di profondo amore per me, per mio papà Beppe, per la collaboratrice storica Luisa Graziadei, per mia moglie Dina e per i suoi nipoti, Giovanni e Ariele”, il ricordo emozionante di Francesco.

Francesco Menegatti, figlio di Carla Fracci: la gioia per averle regalato due nipoti

Il figlio di Carla Fracci, Francesco Menegatti, l’ha resa nonna di due nipoti, Giovanni e Ariele. La Signora della danza, in una delle sue interviste più recenti,  aveva ammesso che se avesse potuto, sarebbe tornata indietro nel tempo per allargare la famiglia e regalare a Francesco un fratellino. “Avrei voluto altri figli. Mio marito no”, la curiosa confessione in un’ospitata da Silvia Toffanin, “Per non fare torto a quello che dovevo lasciare a casa. Questo è stato un errore, mi è dispiaciuto molto”.

Sempre sul figlio Francesco, Carla Fracci aveva raccontato a Repubblica di aver cresciuto una persona molto sensibile, rievocando alcuni teneri aneddoti: “Si commuoveva assistendo a ‘Giselle’, dove la protagonista impazzisce e soccombe per amore, o davanti al balletto ‘La strada’, ispirato al film di Fellini. Restò talmente turbato dalla morte di Gelsomina, interpretata da me, che non volle più vedere balletti”. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA